06 Agosto 2020

Pubblicato il

Roma, salta la riapertura della stazione metro Barberini

di Eleonora Cantini

La riapertura prevista per l'8 Dicembre è ormai sfumata. La stazione è chiusa da 9 mesi, nella rabbia generale dei cittadini e dei commercianti di zona

Ancora brutte notizie per quanto riguarda il trasporto pubblico romano: è ufficiale che, nonostante alcune voci prevedessero la riapertura in tempo per il periodo natalizio, la stazione metro Barberini resterà ancora chiusa.

La chiusura a Marzo

La stazione era stata chiusa lo scorso 23 Marzo, ormai quasi 9 mesi fa, per uno scalino che si era aperto mentre la scala mobile era in funzione.

Il piccolo incidente dello scalino ha però attivato tutta una serie di lavori di revisione sulle scale mobili che stanno andando avanti ormai da molto tempo, recando sempre più disagi a cittadini e turisti.

La fermata di Barberini si trova infatti al centro di Roma, vicinissima alla Fontana di Trevi.

Oltre ai lunghi lavori di controllo, sulla stazione metro Barberini pende anche un procedimento penale: la Procura di Toma ha infatti aperto un fascicolo per frode nelle pubbliche forniture e per le manutenzioni fatte male.

La riapertura salta definitivamente

La riapertura della metro era prevista per l’8 dicembre, in modo da incentivare lo shopping natalizio ma è stato tutto rimandato: due delle sei scale mobili ancora non funzionano, non hanno superato le verifiche disposte dal Ministero dei Trasporti e quindi la stazione non più essere aperta.

Il Ministero dei Trasporti ha fatto il punto con Atac: dopo i collaudi svolti, per due coppie di scale mobili risultano scadute le revisioni generali che durano 10 anni.

Per legge e per questioni di sicurezza, i tecnici del Ministero hanno dichiarato che le scale devono essere ripristinate allo stato iniziale come se fossero nuove. I nuovi collaudi sono iniziati il 12 Dicembre, quindi la riapertura natalizia è definitivamente saltata.

Le dichiarazioni dei politici

L’assessore alla Mobilità Pietro Calabrese si è recato personalmente a verificare lo stato dei lavori della metro e poi ha affidato il suo commento a un post su Facebook: “Abbiamo fatto un sopralluogo a conclusione delle ultime verifiche tecniche sulle scale mobili oggetto di manutenzione straordinaria in seguito ai ben noti fatti della ditta precedente sulle manutenzioni, finiti in Procura. Sembra che durante i collaudi, su una delle 4 scale mobili date in riapertura siano stati riscontrati ancora dei problemi».

L’assessore continua affermando che “Bisogna garantire la massima sicurezza, ma dobbiamo anche avere tempistiche chiare, e dare risposte ai cittadini. Immediate. Ci aspettiamo che tutti lavorino senza sosta per la riapertura. La stazione è stata dissequestrata a fine settembre, da allora i tecnici sono intervenuti per identificare i problemi e porre rimedio. Ma evidentemente non è bastato. Ho richiesto una relazione puntuale. Ritardi ulteriori non sono più ammissibili. Ci scusiamo ancora per i disagi arrecati».

Giuseppe Cangemi invece, vice presidente del Consiglio regionale del Lazio, ha affermato che: “Slitta ancora la riapertura della fermata metro Barberini, a quanto pare se ne parla dopo la Befana. Il sindaco Raggi dovrebbe vergognarsi: la Capitale d'Italia che non riesce a garantire a cittadini e turisti l'accesso a una delle fermate principali della metropolitana per l'ingresso al centro.

Uno strazio che dura da oltre 270 giorni, crea disagio a chi lavora in zona e sta mettendo in ginocchio le attività commerciali circostanti. I negozianti, penalizzati dalla chiusura della fermata, pochi giorni fa hanno protesto con una serrata e non possiamo che essere al loro fianco perché' di questo passo anche lo shopping natalizio rischia di essere compromesso. Raggi non cerchi scuse e prenda atto dell'ennesimo fallimento".

 

Leggi anche: 

Roma, incendio alla Regione Lazio, una persona intossicata portata in ospedale

Roma, chiusa metro Flaminio: soldatessa trovata morta nei bagni

 

 

 

 

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi