Vuoi la tua pubblicità qui?
09 Aprile 2021

Pubblicato il

Scommesse sportive, anche il 2019 si prospetta come un anno da record

di Redazione

Scommesse sportive, nonostante i cambiamenti anche il 2019 si prospetta come un anno da record

Scommesse sportive, nonostante i cambiamenti anche il 2019 si prospetta come un anno da record

Il legame tra il mondo dello sport e le scommesse è sempre stato forte poiché per molti non c’è nulla di più emozionante del puntare e seguire un evento alla ricerca di una vincita importante.

Se fino a poco tempo fa doversi recare in una agenzia fisica poteva scoraggiare molti ad avvicinarsi al gioco, l’arrivo dell’online betting ha sicuramente aiutato numerosi utenti ad entrare nel mondo delle scommesse sportive stando comodamente seduto a casa o da ovunque ci si trovi utilizzando il proprio smartphone. Sono infatti sempre di più i giovani che si dedicano al betting soprattutto per le novità tecnologiche collegate alle applicazioni e alle piattaforme dei bookmaker nonché alla voglia di vincere. Di conseguenza sta aumentando l’interesse per tutti i nuovi tipi di giocate, dalle scommesse live a quelle con handicap e sono tanti gli italiani che si affidano all’aiuto dei sistemi a correzione d’errore per giocare pronostici vincenti.

Il 2019 si presenta come un altro anno record

Il 2019 è iniziato alla grande per l’industria delle scommesse. Gli ultimi numeri presentati da Agripro mostrano come il settore scommesse nei primi 6 mesi dell’anno abbia già superato il miliardo di euro di spesa totale andando però a pagare oltre 846.8 milioni in vincite. La percentuale di payout più alta viene fatta registrare dal betting online che, con l’88,5%, riporta nelle tasche degli italiani oltre 525 milioni di euro. 

Si vede fin da subito dunque che il mondo del betting sia sano, in crescita e forte soprattutto nel settore online che continua imperterrito a strappare quote di mercato alle agenzie fisiche. I tanti bonus offerti dagli operatori online, sia sotto forma di offerte di benvenuto che di punti fedeltà, sono sicuramente una delle caratteristiche più interessanti per chi sta solo adesso iniziando a giocare poiché spesso danno la possibilità di effettuare alcune scommesse di prova senza dover sborsare quattrini.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le tante novità nel mondo delle scommesse

Nonostante le nuove regole introdotte dal governo italiano per limitare la proliferazione di operatori stranieri sul territorio, rimangono molti quelli operativi e, la tanta competizione presente sul mercato, ha portato alla nascita di molte nuove tipologie di scommesse con l’obiettivo di strappare utenti ai competitor con opzioni sempre più accattivanti ed emozionanti. Dalla lotta al rialzo sui bonus di benvenuto, i bookmaker sono passati ad offrire quote maggiorate e nuove servizi come ad esempio la possibilità di guardare gratuitamente in diretta streaming gli eventi su cui si sta puntando.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il calcio rimane naturalmente lo sport su cui si scommette di più e proprio per questo è quello che presente il maggior numero di tipologie di scommesse: dal classico 1, X, 2, si è passati alle scommesse live, ai marcatori e al minuto stesso del gol, al totale delle reti (over e under) e chi più ne ha più ne metta. Inoltre gli utenti possono puntare su campionati di ogni categoria e nazione, fino ad arrivare al calcio femminile islandese. Questo vale anche per gli altri sport dal tennis al badminton, dalle freccette all’hockey su ghiaccio. E, nel caso lo sport non vi bastasse, si può anche scommettere su chi sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti o su molti avvenimenti della vita di tutti i giorni. 

La rivoluzione nel mondo delle scommesse sportive sta continuando inesorabile spinta dall’incremento esponenziale di utenti e guadagni ma anche grazie alla protezione dello Stato Italiano che, felice delle ottime entrate erariali generate dal settore, vuole garantirne la crescita e la sicurezza sfruttandolo anche per creare numerosi posti di lavoro sul territorio.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento