Vuoi la tua pubblicità qui?
24 Ottobre 2020

Pubblicato il

Sezze, al via nuovo sistema di sorveglianza

di Redazione

Presentato il nuovo sistema di videosorveglianza presso il comando della Polizia Locale

Il 30 settembre scorso si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione del nuovo sistema di videosorveglianza e di sicurezza urbana che prevede l’installazione di dispositivi tecnologicamente avanzati e ad alta risoluzione che monitoreranno diversi punti della città quali, Piazza De Magistris, Porta S. Andrea, Ferro di Cavallo, Via G. Marconi, Parco dei Cappuccini ed il parcheggio della stazione ferroviaria a Sezze Scalo, con l’obiettivo di controllare il territorio e dissuadere da comportamenti non rispettosi della legge.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Al riguardo è stata allestita una centrale operativa presso il comando della Polizia Locale di Sezze, realizzata nel pieno rispetto delle norme sulla privacy e di quelle che disciplinano l’applicazione di forme di tecnologia applicata alla sicurezza.

“Il progetto, il cui costo complessivo è pari a € 13.300,00 – ha dichiarato il sindaco Andrea Campoli – si inserisce in un quadro di interventi messi in campo dall’Amministrazione Comunale e dalle forze dell’ordine finalizzati alla promozione della sicurezza urbana le cui componenti sono molteplici, a cominciare dalla più importante ossia il rispetto delle regole e delle norme di comportamento. Nella realtà provinciale il Comune di Sezze è il primo ad aver attivato questo progetto pilota. Il nuovo sistema, per il quale al momento sono state installate ed attivate 10 telecamere, sarà soggetto ad ampliamento successivo con copertura di altre aree del territorio comunale, quali zona Anfiteatro, Corso della Repubblica e località Zoccolanti. Si sta progettando anche la possibilità di estendere tale sistema di videosorveglianza a quelle zone della pianura dove, purtroppo, si è verificato un aumento della presenza di discariche abusive”.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento