Vuoi la tua pubblicità qui?
19 Settembre 2021

Pubblicato il

Ritorno alla legalità

Sgomberato rave party illegale di Valentano (VT). I partecipanti saranno multati

di Chiara Fedeli
L'epilogo della festa: un ragazzo deceduto, due denunce per violenza sessuale e molti ricoveri
Fotogramma del campo quasi vuoto a Valentano
Fotogramma del campo quasi vuoto

Si è concluso, dopo quasi una settimana, il maxi assembramento a Valentano, in provincia di Viterbo. Proprio qui, migliaia di persone giunte da tutta Italia e da tutto il mondo, hanno partecipato al rave party illegale.

È stato sgomberato questa mattina il campo privato di Valentano, in cui le migliaia di persone si sono riunite per dare avvio al “divertimento” totalmente illegale. Ovviamente in assenza di tutte le misure di sicurezza anti-Covid. La festa andava avanti dal 13 agosto. Un ragazzo, proprio il giorno di ferragosto, aveva perso la vita, ma ciò non era bastato a far interrompere il flusso di partecipanti diretti al ritrovo, nei pressi del Lago di Mezzano.

Rave party a Valentano
Veduta aerea del Rave party a Valentano

Lo sgombero dopo giorni di festeggiamenti illegali

Nonostante questo, infatti, il rave è proseguito per sei giorni. Sei giorni di violazione di proprietà privata, feriti, furti e spaccio. Gli stessi partecipanti (si stimano circa 10.000 persone) hanno dichiarato ai microfoni di Sky TG24 che avessero assunto sostanze stupefacenti. Le forze dell’ordine sono poi riuscite a intervenire all’alba di oggi, con l’ausilio delle unità cinofile e un elicottero per sorvegliare la zona. Il territorio è stato quindi definitivamente sgomberato, e intorno alle ore 14:00 erano 7 o 8 gli individui rimasti. Finora sono state identificate oltre 2.000 persone e circa 700 mezzi. I partecipanti saranno tutti multati per violazione di proprietà privata.

Uno degli ultimi fotogrammi mostra il campo quasi vuoto e le forze dell’ordine in azione

In questo momento sono ancora in atto i controlli e i pattugliamenti delle strade del territorio. In molti sono stati fermati ai posti di blocco sparsi in tutta la zona, sia nel Viterbese che nell’area di Grosseto. Tra i partecipanti, moltissimi gli stranieri. In particolare, a due cittadini olandesi le forze dell’ordine hanno sequestrato un furgone con rimorchio, con al suo interno materiale acustico e gruppi elettrogeni.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le parole del Sindaco di Valentano, Stefano Bigiotti

“L’area è stata liberata. Non c’è più nessuno all’interno” spiega Stefano Bigiotti, sindaco della cittadina. “Non posso che esprimere soddisfazione – prosegue – Il Ministro Lamorgese, che ieri pomeriggio mi ha contattato personalmente, ha mantenuto l’impegno preso di liberare l’area entro oggi. Le operazioni si sono svolte nel massimo rispetto delle persone. Ora sono già al lavoro per rimuovere al più presto i rifiuti lasciati nel terreno”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Da subito – aggiunge il primo cittadino – ho manifestato una enorme preoccupazione per quanto accadeva nel nostro Comune, ma anche per la salute e la sicurezza degli stessi giovani partecipanti al rave, che purtroppo ha avuto un triste epilogo con il decesso di un ragazzo, due denunce per violenza sessuale e altri giovani ricoverati in gravissime condizioni”

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo