Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Ottobre 2020

Pubblicato il

SolidaRiety al teatro Vespasiano di Rieti

di Redazione

Due serate di musica per aiutare la mensa di Santa Chiara

I Novalia, la storica etno-band reatina fondata a metà degli anni ’80 da Stefano Saletti e Raffaello Simeoni, torna a suonare insieme dopo cinque anni e lo fa per aiutare la sua città, Rieti. L’8 dicembre, infatti, i Novalia saliranno sul palco del teatro Flavio Vespasiano nell’ambito della rassegna “SolidaRiety” che sarà dedicata alla mensa di Santa Chiara a Rieti, con donazione di parte dell’incasso.

“SolidaRiety” è l’edizione speciale di “Voci che Chiamano” la rassegna musicale di qualità che, quest’anno, cambia nome e format per dare sostegno al territorio in cui è nata e cresciuta. SolidaRiety, infatti, schiererà i grandi musicisti legati al territorio reatino che, in questo modo, saranno al fianco dei loro conterranei e regaleranno una emozionante due giorni che si terrà il 6 e l’8 dicembre. Il 6 dicembre Saletti e Simeoni presentano i loro progetti rispettivamente con Piccola Banda Ikona e Mater Sabina Project. L’8 saranno insieme sul palco per la storica reunion dei Novalia, anticipata dall’esibizione degli AREA765, band nata nel 2011 dallo scioglimento de I Ratti della Sabina, grande nome del folk rock italiano. Il progetto gode del sostegno del Comune di Rieti e della Fondazione Varrone.

Vuoi la tua pubblicità qui?

«La situazione che stiamo vivendo – spiega l’organizzatore, Paolo dell’Uomo d’Arme – ci induce ad occuparci di problematiche, talvolta drammatiche che abbiamo davanti agli occhi, tutti i giorni. Musica e solidarietà hanno un legame naturale, soprattutto in “tempi di guerra”. Il nostro contributo alla guerra sarà mettere in campo musicisti di grande spessore, come sempre». SolidaRiety ha infatti scelto di devolvere parte dell’incasso alla mensa di Santa Chiara. La crescente disoccupazione e la conseguente povertà hanno portato quest’ultima, in poco più di un anno, a decuplicare il numero di pasti offerti ogni giorno, con una tendenza in costante ascesa». SolidaRiety sarà, inoltre, dedicata a tre musicisti reatini di grande spessore purtroppo scomparsi: Francesco Petroni, Angelo Faraglia e Federico Festuccia. «Durante i giorni dell’organizzazione sia io che Saletti, Simeoni e gli AREA765 abbiamo pensato a loro, al grande contributo che avrebbero potuto dare in questa occasione. Per questo abbiamo deciso di ricordarli nel luogo che tante volte li ha visti protagonisti».

La prevendita è attiva da Maistrello Musica, in via delle Orchidee 6 a Rieti. Il prezzo è di 12 euro più un euro di prevendita. L’Abbonamento ad entrambe le date (6 e 8 dicembre) costa 20 euro più un euro di prevendita.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento