Vuoi la tua pubblicità qui?
30 Settembre 2020

Pubblicato il

Truffa all’Inps

di Redazione

Incassava la pensione della defunta madre

La Guardia di Finanza di Rieti nell’ambito dell’operazione Ade 2 eseguita a livello nazionale su input investigativo del Nucleo Speciale Tutela Spesa Pubblica, ha individuato nella provincia reatina due posizioni pensionistiche sospette, in quanto gli emolumenti venivano normalmente erogati, benché i relativi titolari fossero deceduti da tempo. Gli accertamenti eseguiti dai militari della Compagnia di Rieti hanno consentito di appurare che in un caso la somma pagata dall’ente pubblico per un totale di euro 35.250, era confluita in un conto corrente postale “dormiente” ovvero con movimentazioni solo in entrata, pertanto sono state avviate le procedure amministrative per il recupero di quanto erroneamente erogato dall’Inps. La seconda posizione, al contrario, risultava effettivamente riscossa allo sportello da R.E. cinquantacinquenne reatina delegata a riscuotere la pensione della madre. L’indebita percezione, iniziata dal mese di Aprile 2011 e proseguita fino al mese di Novembre 2012, ammonta a euro 39.815 ed è stata riscossa direttamente allo sportello dichiarando fraudolentemente l’esistenza in vita della titolare della prestazione previdenziale. La signora R.E. è stata denunciata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rieti per truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato. Eseguito, inoltre, il sequestro per equivalente dei beni mobili e immobili nella disponibilità della denunciata per un valore pari a quando indebitamente incassato. I militari della Compagnia hanno infatti eseguito il provvedimento emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Rieti sottoponendo a sequestro la somma di euro 2.000 a favore del fondo unico di giustizia nonché un immobile di proprietà della signora a garanzia del credito erariale fino alla concorrenza di euro 37.815. Continua l’ attività di monitoraggio e controllo della spesa pubblica sul territorio reatino da parte delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Guardia di Finanza.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento