Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Dicembre 2022

Pubblicato il

L'aggravante

Turiste belghe uccise a Roma: investitore positivo ad alcol e droga

di Enrico Salvi
Il pirata della strada era fuggito a piedi dopo aver investito le due ragazze sul tratto urbano dell’A24: è accusato di omicidio stradale plurimo
Le foto delle due turiste belghe investite mortalmente sul tratto urbano dell'A24 all'altezza di Tor Cervara
Le foto delle due turiste belghe investite mortalmente sul tratto urbano dell'A24 all'altezza di Tor Cervara

E’ risultato positivo al test su alcol e droga il pirata della strada che sabato sera ha travolto due turiste belghe, Jessy Dewildeman e Wibe Bijls sulla bretella della A24 all’altezza di Tor Cervara.

Turiste belghe uccise a Roma: la ricostruzione

Jessy e Wibe erano in Italia per una vacanza, tra Roma e le campagne del frusinate. Avevano noleggiato una macchina (una Fiat Panda) e, dopo aver visitato i Musei Vaticani, quella sera stavano guidando sulla bretella dell’A24 in direzione de L’Aquila quando hanno visto un incidente, nel quale erano rimaste coinvolte tre persone. Le due si sono fermate e sono scese dall’auto per prestare soccorso, ma sono state falciate da una Smart. Le due ragazze, sbalzate sulla corsia opposta a causa dell’urto violento, sono morte sul colpo. Tra l’altro Wibe era incinta di sedici settimane.

Dopo aver investito le due ventenni, l’uomo ha abbandonato l’auto sul ciglio della strada prima di allontanarsi nel buio tra le campagne adiacenti quel tratto di A24, nei pressi di Tor Cervara. Tuttavia nel pomeriggio di domenica è stato rintracciato – in quanto aveva lasciato l’auto, una Smart intestata alla madre, in strada con uno sportello aperto – ed è stato portato negli uffici delle forza dell’ordine per essere ascoltato.

L’automobilista, un 53enne che avrebbe precedenti penali (pare che  gli era già stata ritirata la patente per guida in stato di ebrezza lo scorso maggio) ora è accusato di omicidio stradale plurimo a cui si potrebbe aggiungere un possibile reato di omissione di soccorso.

Per il tragico indicente ha dichiarato il sindaco di Roma Roberto Gualtieri: “Provo un grande dolore per la morte di Jessy Dewildeman e Wibe Bijls, le due ragazze belghe rimaste uccise in un terribile incidente stradale sull’A24, mentre prestavano il loro aiuto ad alcuni feriti Roma si stringe al dolore delle famiglie per questa atroce tragedia”.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo