07 Agosto 2020

Pubblicato il

FATTI E MISFATTI DELLA TV

Tv, quando la cronaca e le disgrazie salvano lo share dei talk a corto di idee

di Marco Vittiglio

I telespettatori spesso neanche prestano attenzione a cosa vedono e ascoltano, L'importante è che la scatola magica sia accesa e parlante

La tv è ormai parte integrante della vita quotidiana di tutti noi, al punto da poterne difficilmente farne a meno. I telespettatori spesso neanche prestano attenzione a cosa vedono e ascoltano, L’importante è che la scatola magica sia accesa e parlante. Spesso però ci si dimentica che ciò che più conta nel mondo della televisione è il risultato del tanto sospirato share, che a seconda della percentuale può risultare decisivo per le sorti di questo o quel programma, al punto che quando le risorse e il coraggio delle idee vengono meno, in aiuto dei talk che in  precedenza non hanno certo brillato per audience e apprezzamento da parte dei telespettatori interviene la cronaca.

Sì, avete capito bene, ciò che riesce a supportare i talk in difficoltà è proprio la cronaca, che con le sue sfaccettature nere o rosa  riesce a far rimanere incollati alla poltrona anche i telespettatori meno assidui, ma sempre sensibili a ciò che di colorito accade.

La Tv e il Coronavirus

Negli ultimi giorni la piaga mondiale del Coronavirus riesce purtroppo a calamitare l’attenzione della gran parte dei telespettatori, a tal punto che anche la professionale coppia Cuccarini-Matano, che molte perplessità relative allo share, aveva suscitato nell’attuale edizione de La vita in diretta, riesce negli ultimi periodi ad ottenere risultati mai ottenuti in precedenza, se non nella settimana del Festival, con la manifestazione canora a fare da traino. E’ evidente quindi che affrontando quotidianamente e con dovizia di particolari ma sopratutto con la professionalità estrema dei due conduttori, il planetario problema del Coronavirus che da settimane coinvolge le sorti della popolazione mondiale, i risultati dello share possono subire positivamente dei picchi di ascolto inaspettati.

Ci auguriamo che al più presto a far rimanere incollati alle poltrone davanti alla tv i telespettatori, nel prossimo e immediato futuro siano argomenti leggeri e spensierati che problematiche di assoluta gravità mondiale come il Covid-19.

 

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi