Vuoi la tua pubblicità qui?
01 Ottobre 2020

Pubblicato il

Una fiaccolata per Don Alberto Raviglia

di Redazione

Lunedì 24 Giugno, ore 21.00, al Villaggio Rinascita di Valmontone

Tutto faceva sembrare che le cose si fossero rasserenate rispetto a 3 anni fa, in cui si era ventilato il trasferimento di Don Alberto Raviglia, parroco della parrocchia di S. Sebastiano Martire, alla parrocchia S. Maria Assunta di Gavignano, invece, venerdì 17 Maggio, giorno in cui era in programma il ritiro mensile con tutti i sacerdoti e il vescovo Apicella in diocesi, durante un intervallo c’è stata la comunicazione personale del vescovo a Don Alberto Raviglia di andare a Gavignano senza alcuna perdita di tempo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ricordiamo ai lettori che c’è in atto presso la parrocchia S. Sebastiano Martire la costruzione di una grande Chiesa, la cui convenzione con il Comune di Valmontone è stata già approvata e registrata presso l’Ufficio del Registro di Velletri.

Don Alberto Raviglia opera da 40 anni nella parrocchia di S. Sebastiano Martire. Una missione, la sua, ineccepibile, senza mai tirarsi indietro verso il prossimo e gli ultimi che sono di casa presso la sua parrocchia.
Ricominciare daccapo in un’altra parrocchia per Don Alberto sarebbe difficile, non perché non lo voglia fare, ma perché ragionevolmente dopo 40 anni un parroco non si manda altrove a meno che ci sia un motivo molto serio.

Dopo reiterati incontri con il vescovo Apicella che non hanno ottenuto il fine di mantenere Don Alberto a Valmontone da parte di tanti rappresentanti della parrocchia e la raccolta di più di 3000 firme, si è deciso di organizzare una fiaccolata per Don Alberto Raviglia lunedì 24 Giugno, ore 21.00: partenza da vicolo Baltasar, proseguendo per via Gramsci, via Colle Piscarello, via Eleonora, via Mazzini, via Cavour. Arrivo in piazza Europa nel Villaggio Rinascita sito in Valmontone.
Ci auguriamo che questa situazione venga fermata al più presto e ci chiediamo quali sono le motivazioni di questo trasferimento?

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento