Valmontone al voto, Alberto Latini: “Il nostro lavoro per le scuole”

Scuola Madre Teresa di Calcutta

La riconsegna alla città dell’ala della scuola Madre Teresa di Calcutta, crollata il 4 febbraio 1992, ha segnato il momento più importante delle politiche amministrative portate avanti, per cinque anni, dal Comune di Valmontone.

Dopo aver lavorato al reperimento di un finanziamento che consentisse l'avvio dei lavori, dopo circa un anno dall’avvio del cantiere, l’edificio è tornato alla scuola, con i ringraziamenti della dirigente scolastica Maria Antonietta Fusillo: “Grazie al sindaco Alberto Latini che alla sua prima visita prese l’impegno di voler ricucire questa profonda ferita ed ha portato a termine quest’opera”.

Erano oltre 26 anni che la scuola era rimasta lì con le sue ferite aperte e 12 aule inagibili. Nel maggio 2015, su richiesta del Comune di Valmontone, la Giunta Zingaretti aveva finanziato la messa in sicurezza della scuola, per 1 milione e 200 mila euro, che ha consentito di restituirla alla sua piena funzionalità e dare ai bambini le migliori condizioni di sicurezza e accoglienza.

Scuole e Refettorio

Ma le politiche della scuola, per l'Amministrazione Latini, non si sono fermate al centro storico. Seguite con cura e costanza dal delegato all’istruzione, Giulio Pizzuti, il Comune ha investito a tutto tondo sulle scuole.

E' stato, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ad inaugurare di persona il refettorio della scuola dell'infanzia Padre Pio e la nuova ala della scuola media Cardinale Oreste Giorgi, due interventi realizzati recuperando 262 mila euro di finanziamento, precedentemente revocati dalla Regione Lazio (ai tempi della Giunta Polverini), destinati all'ampliamento della scuola e al refettorio, iniziati nel 2009 e fermi dal 2011, per la rescissione del contratto con la ditta.

Edifici più sicuri

A questi, per rendere le scuole cittadine più belle, accoglienti e sicure, si sono aggiunti gli ulteriori due finanziamenti, di 338 mila euro per il risparmio energetico e 140 mila euro per il completamento della Oreste Giorgi, e i lavori di realizzazione del refettorio, anche alla scuola San Giovanni.

Ultimo intervento, in ordine di tempo, quello di realizzazione di un impianto fotovoltaico di 35 kw (ed altri interventi specifici di efficientamento energetico) alla scuola elementare di Sant'Anna, realizzato con un contributo di oltre 57mila euro dell'ex Provincia di Roma, che ha coperto circa il 70% del costo totale.

Centro cottura

Dopo 8 anni, il 1 giugno 2015, il centro cottura è stato riportato a Valmontone, in locali di proprietà comunale in viale Ungheria, ristrutturati in modo bello e moderno.  “In questo modo – spiega Giulio Pizzuti – abbiamo potuto dare un servizio ancora migliore a circa 1000 alunni che, dopo i disagi del passato, sono tornati a consumare dei pasti piacevoli e gustosi nelle mense scolastiche”

Lo sguardo all'Europa

Oltre ai lavori, e alle migliorie, un grosso lavoro sulle scuole è stato fatto anche in termini di crescita, con il progetto "L'Europa, l'Italia e i diritti degli ultimi" che, fortemente voluto da Giulio Pizzuti e finanziato dal Consiglio regionale dei Lazio, ha visto la partecipazione di oltre 130 alunni di II e III media, delle scuole " Zanella" e "Card. Oreste Giorgi", toccando temi molto attuali sui migranti e i detenuti. Un percorso che, nel 2016 e 2017, ha visto 40 studenti valmontonesi visitare, a titolo completamente gratuito, le sedi delle istituzioni europee a Strasburgo e Bruxelles o, quest’anno, incontrare il Garante dei detenuti del Lazio Stefano Anastasia e l'attore e scrittore Cosimo Rega, ergastolano "ex camorrista ma non ex assassino", come ha sottolineato ai ragazzi.