Indaga la Polizia

Roma – Civitavecchia, auto pirata si schianta contro auto dei genitori di Stefano Cucchi: ricoverati in ospedale. Appello di Ilaria

I genitori di Stefano Cucchi – il ragazzo ucciso a Roma nel 2009 mentre era sottoposto a custodia cautelare, omicidio per il quale il 4 aprile 2022 la Corte di Cassazione ha condannato in via definitiva due carabinieri a 12 anni di reclusione per omicidio preterintenzionale – sono finiti in ospedale dopo che l’auto su cui viaggiavano, lungo l’autostrada A12, nella tratta Roma-Civitavecchia, è stata urtata da un automobilista che procedeva in modo pericoloso per l’incolumità altrui.

auto dei genitori di stefano cucchi urtata da un pirata della strada
Auto incidentata su cui viaggiavano i coniugi Cucchi (Dalla pagina Facebook di Ilaria Cucchi)

L’automobilista senza scrupoli dopo aver provocato l’incidente si è dato alla fuga, facendo perdere le sue tracce. Il fatto è stato raccontato il 13 maggio 2022 dalla sorella di Stefano Cucchi, Ilaria Cucchi, sulla sua pagina ufficiale di Facebook.

Ilaria ha riportato alcuni particolari sulle condizioni di salute dei genitori in seguito all’incidente: “Sono esplosi tutti i vetri dei finestrini. I miei genitori sono finiti in ospedale assieme ai due accompagnatori. Sono in corso accertamenti medici ma per fortuna pare che mia madre si sia rotta soltanto una spalla e mio padre un ginocchio.

Sto cercando di capire le condizioni dei due accompagnatori che sono stati ricoverati in un ospedale diverso. Il conducente del veicolo investitore è scappato. La polizia stradale sta indagando“. L’attivista per i diritti civili e umani rivolge infine un appello “a chiunque potesse aver visto qualcosa. Si faccia avanti. Non è giusto che la faccia franca”, conclude.

Ecco il testo integrale del post pubblicato sul social media. Scrive Ilaria Cucchi:

Un grosso veicolo pirata questa mattina ha urtato questa’auto mentre percorreva l’autostrada Roma-Civitavecchia all’altezza di Monte Romano (Vt), mandandola in testa coda.
Sono esplosi tutti i vetri dei finestrini. A bordo vi viaggiavano i miei genitori che sono finiti in ospedale assieme ai due accompagnatori.

L’Appello: “Chiunque avesse visto qualcosa si faccia avanti”

Sono in corso accertamenti medici ma per fortuna pare che mia madre si sia rotta soltanto una spalla e mio padre un ginocchio. Sto cercando di capire le condizioni dei due accompagnatori che sono stati ricoverati in un ospedale diverso. Il conducente del veicolo investitore è scappato.
La Polizia stradale sta indagando.
Mi appello a chiunque potesse aver visto qualcosa. Si faccia avanti. Non è giusto che la faccia franca“.