Vuoi la tua pubblicità qui?
05 Luglio 2020

Pubblicato il

Arrestato un pregiudicato di Valmontone

Eseguiva furti in ville nel Comune di Segni

I Carabinieri della Compagnia di Colleferro, nel contesto dei servizi tesi al contrasto dei reati predatori, che proprio in questi giorni sono stati intensificati anche con l’impiego di Militari in abiti civili, hanno ancora una volta posto fine ad una serie di furti in villa in agro del Comune di Segni.

Erano poco prima delle ore 20.00, quando giungeva una segnalazione sull’utenza “112” da parte di un anonimo cittadino, insospettito da una vettura Ford Ka che a bassa velocità si aggirava nei pressi di alcune ville isolate. L’immediato intervento di più pattuglie dei Carabinieri, in particolare della Stazione CC. di Montelanico e Colleferro e un auto veloce del Radiomobile della Compagnia di Colleferro, riuscivano a cinturare la zona, mentre uomini in abiti civili, raggiungevano le ville ove era stata segnalata l’autovettura sospetta. I ladri, avevano fatto irruzione in due ville, previo forzatura di una porta finestra sul retro e in una di queste avevano portato via valori ed oggetti griffati (borse e portafogli). Nell’ultima villa, evidentemente disturbati, non avevano fatto in tempo a portare via nulla. La macchina tentava una breve fuga, ma veniva immediatamente bloccata. Il passeggero, con uno scatto fulmineo riusciva a fuggire a piedi per le strade adiacenti, mentre il conducente veniva bloccato e risultava essere un noto pregiudicato 47enne di Valmontone.

All’interno del veicolo veniva recuperata la refurtiva per un valore di circa 1000,00 euro, nonché gli arnesi utilizzati per lo scasso.

I Carabinieri hanno eseguito i rilievi presso le due ville oggetto delle imprese delittuose, al fine di identificare il complice che è riuscito a darsi alla fuga. L’uomo tratto in arresto, nella mattinata di ieri è stato condotto innanzi al Tribunale per il giudizio per direttissima. L’Autorità Giudiziaria, in attesa del giudizio ha disposto che l’uomo venisse associato presso la Casa Circondariale di Velletri proprio in relazione alla gravità dei fatti e ai suoi pregiudizi penali.

Soddisfatto dei risultati conseguiti, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Colleferro, ha tenuto a precisare ancora una volta che l’attività di contrasto ai reati predatori rimane una priorità da parte dei suoi uomini; ha ribadito l’importanza della vicinanza da parte dei Carabiniere al Cittadino, il contatto quotidiano, che poi consente di avere in tempo reale quelle informazioni indispensabili per poter agire con tempestività in simili situazioni.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi