Vuoi la tua pubblicità qui?
03 Dicembre 2020

Pubblicato il

Case popolari di via Colle Bracchi

di Redazione

Venerdì la consegna alle ventotto famiglie

Venerdì prossimo 1 febbraio, alle ore 11, il sindaco Mario Cacciotti consegnerà agli assegnatari le chiavi dei 28 alloggi popolari di via Colle Bracchi. Si chiude, così, positivamente il lungo iter giudiziario che seguì al fallimento della prima ditta aggiudicataria dei lavori.

Vuoi la tua pubblicità qui?

L’Amministrazione comunale, nel 2008, riuscendo finalmente a riprendere pieno possesso del cantiere e, ottenuto un finanziamento regionale di oltre 1 milione di euro, poté avviare i lavori di ristrutturazione per rendere abitabili quelle case. Infine l’approvazione della graduatoria per l’assegnazione degli alloggi che la Giunta ha poi deciso di far passare al vaglio della Guardia di Finanza affinché provvedesse a verificare, per quanto di sua competenza, i requisiti ai fini dell’assegnazione, quale “ulteriore elemento a garanzia dei cittadini che hanno presentato domanda” aveva spiegato il Sindaco Mario Cacciotti. “Come avevamo promesso siamo finalmente in grado di consegnare quelle case – dice con soddisfazione il sindaco Cacciotti – che in molti attendevano. Almeno in parte si risolve la necessità di tante famiglie di Colleferro di avere la disponibilità di una casa popolare. Certo non si appiana del tutto l’emergenza abitativa ma è sempre un importante passo avanti”.

Alla cerimonia di consegna il sindaco Cacciotti ha invitato anche Renata Polverini, sotto la cui presidenza è stato concesso il finanziamento regionale che ha permesso di ultimare gli alloggi.

La vicenda prese il via nel 1988 con l’affidamento all’Impresa EDILROMA S.r.l. dei lavori di realizzazione di 28 alloggi di edilizia residenziale pubblica interamente finanziati dal Ministero dei Lavori Pubblici. Con il fallimento della ditta aggiudicataria inizia quindi un iter giudiziario che durerà diversi anni fino alla ripresa di possesso da parte del Comune, nel 2008, del cantiere, in modo da poter accedere al finanziamento regionale che ha permesso il completamento delle case ed oggi, finalmente, la consegna.
 

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento