07 Marzo 2021

Pubblicato il

7 febbraio 2021

Covid nel Lazio: diminuiscono nuovi casi, decessi, ricoveri e terapie intensive

di Redazione

Si registrano 920 casi positivi (-94), 20 i decessi (-18) e +3.985 i guariti

covid-19 nel lazio
Turista a piazza Navona, Roma

“Oggi su oltre 9 mila tamponi nel Lazio (-1.655) e oltre 13 mila antigenici per un totale di oltre 22 mila test, si registrano 920 casi positivi (-94), 20 i decessi (-18) e +3.985 i guariti. Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4%.

Roma

I casi a Roma città scendono a quota 400.

Nella Asl Roma 1 sono 139 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 79, 85 e 91 anni con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 220 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Novantacinque i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano due decessi di 85 e 87 anni con patologie.

Nella Asl Roma 3 sono 51 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono quattro i ricoveri.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nella Asl Roma 4 sono 72 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nella Asl Roma 5 sono 50 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 86 anni con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 103 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 82 anni con patologie.

Province

Nelle province si registrano 285 casi e sono tredici i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 112 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi di 75, 84, 92 e 93 anni con patologie.

Nella Asl di Frosinone si registrano 85 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano tre decessi di 68, 91 e 98 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 60 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sei decessi di 75, 76, 81, 82, 82 e 84 anni con patologie.

Nella Asl di Rieti si registrano 28 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto”. Così in una nota l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Al via Vaccinazioni per Over 80

 “Prendono il via domani lunedì 8 febbraio nel Lazio le vaccinazioni per gli over 80 anni. Ad oggi hanno effettuato la prenotazione oltre 214 mila anziani in meno di una settimana (compresi i domiciliari).

Il 13% si è prenotato telefonicamente e l’87% con modalità online. Si parte in 50 punti di somministrazione, 22 nella città di Roma, 13 nella provincia di Roma, 5 a Latina, 4 a Viterbo e 3 a Frosinone e Rieti.

Questi punti sono attrezzati nella gestione in sicurezza delle somministrazioni e nella garanzia della catena del freddo”. Lo comunica l‘Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio.

“Nella prima giornata – si legge – sono prenotati 3.601 over 80, di cui 2.083 a Roma, 708 nella provincia di Roma, 270 a Latina, 252 a Frosinone 192 a Viterbo e 96 a Rieti, in rapporto alla percentuale di popolazione.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ogni anziano ha ricevuto un sms con il memo della prenotazione e ha già la data dell’appuntamento per la seconda dose che avverrà dopo 21 giorni per il vaccino Pfizer e dopo 28 giorni per il vaccino Moderna.

Ad oggi sono stati già vaccinati circa 20 mila over 80, soprattutto nelle RSA. L’obiettivo, stante le quantità di dosi di vaccino ad oggi disponibili e garantendo sempre la seconda dose, è di concludere gli over 80 entro i primi giorni del mese di maggio.

Qualora ci dovesse essere un aumento delle dosi a disposizione verranno anticipati gli appuntamenti e aumentati i punti di somministrazione che oggi, a causa della scarsità delle dosi, non possono essere ulteriormente ampliati”. 

(Com/Pol/Dire)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento