Vuoi la tua pubblicità qui?
15 Aprile 2021

Pubblicato il

Domenica 3 novembre all’insegna del maltempo sull’Italia

di Redazione

Vediamo quali sono le regioni interessate dall'allerta meteo della Protezione Civile e ricordiamo a cosa sono associati i livelli cromatici di criticità meteorologica

Oggi domenica 3 novembre il maltempo interesserà le regioni centro settentrionali e parte del sud, con fenomeni più intensi sulle regioni tirreniche e al Nord.

Rovesci e temporali sono previsti su Liguria e Toscana, accompagnati anche da attività elettriche e forti raffiche di vento. Allerta arancione su gran parte del Lazio, Liguria, Basilicata, Molise e Sardegna. La protezione vigila su Campania, gran parte del Lazio, parte della Liguria, Basilicata, Molise e Sardegna.

Allerta gialla ma comunque sotto osservazione su Toscana, Umbria, Abruzzo, Molise, Veneto e su alcuni settori della Calabria, Sicilia, Lombardia, Friuli Venezia Giulia.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il Lazio nel dettaglio

Vediamo nel dettaglio il Lazio: oggi cielo molto nuvoloso con piogge sparse anche a carattere temporalesco.

Per domani, lunedì 4, è previsto un lieve miglioramento ma le temperature minime saranno in diminuzione.

Rivediamo a cosa sono associati i colori relativi alle "allerte"

Ricordiamo i danni legati ai livelli di criticità, che sono verde, giallo, arancione e rosso:

Verde è il grado di criticità assente.

Giallo significa che con la pioggia intensa possono darsi fenomeni superficiali di erosione e limitati fenomeni di alluvionamento, possibilità di trombe d'aria. L'allerta arancione prevede con piogge forti e copiose, anche l'eventualità di significativi innalzamenti dei livelli idrici di fiumi e torrenti, colate di detriti e fango, diffusi allagamenti.

Con l'allerta rossa con piogge molto forti può ammettere la possibilità estesi e gravi fenomeni di frane, piene fluviali, pericolo di rottura degli argini, danni ai centri abitati, rischi per la pubblica incolumità e perdita di vite umane.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Leggi anche:

Alatri, scarcerato anche il secondo assassino di Emanuele Morganti

Bodycam e numeri indentificativi per la Polizia: pro o contro?

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento