Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Dicembre 2022

Pubblicato il

Elettrodomestici in stand-by o spenti: quanto costano in bolletta?

di Redazione
La bolletta lievita anche a causa di insidiosi costi nascosti: soprattutto per i dispositivi senza lucina rossa
prese elettriche a muro

Sembrano spenti, in realtà sono attivi e consumano energia, alimentando costi nascosti in bolletta.

Il forno a microonde, il computer, la stampante, la televisione e le console dei videogiochi sono gli elettrodomestici che restano più spesso in modalità stand-by. Ma è molto importante sapere che anche i caricatori degli smartphone o del computer, (i quali spesso rimangono inseriti nella presa dopo aver finito la carica) senza il segnale della lucina rossa, sono molto energivori. Dunque è importante non lasciare il carica batterie sempre inserito nella presa a muro e inserirlo solamente quando si sta effettivamente ricaricando l’apparecchio in questione. 

Elettrodomestici in stand-by: il consumo “fantasma”

Attenzione anche alla lavatrice, quando, finito il lavaggio, la luce continua a lampeggiare fino a quando non viene disattivato l’elettrodomestico. E a proposito di lavastoviglie, ricordiamo di avviare solo lavastoviglie e lavatrice a pieno carico.

Il costo nascosto degli elettrodomestici in standby arrivava fino a 72€ all’anno, prima della crescita dei prezzi dell’energia, ma ora il peso annuo può salire anche a 100-150€.

 È anche molto importante usare solo lampadine a LED e non quelle che genericamente vengono definite a risparmio energetico, solo quelle Led fanno risparmiare davvero.

Un altro consiglio importante è usare le prese multiple con l’interruttore: prima di uscire di casa, o prima di andare a dormire, basta spegnere gli interruttori per evitare sprechi inutili. Possiamo fare lo stesso discorso con il modem, evitando di tenerlo accesso se non stiamo usando internet.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo