Vuoi la tua pubblicità qui?
13 Luglio 2020

Pubblicato il

Febbraio 1944 – Febbraio 2013

di Redazione

A 69 anni dal bombardamento, Marino ricorda le vittime civili e militari

2 febbraio 1944, ore 12.30: Marino viene ripetutamente bombardata. Vittima di una violenza miope e distruttiva, viene sottoposta a una durissima incursione aerea alleata che provoca quasi quattrocento vittime, tantissimi feriti e la devastazione di gran parte dell’abitato. E’ una giornata di grande dolore per tutti i marinesi che la guerra ha colpito negli affetti più cari e nella dignità.

In ricordo di quanto accaduto sessantanove anni fa, sabato 2 febbraio prossimo, Marino si fermerà per ricordare uno tra i momenti più tragici e dolorosi della storia della città. E lo farà con una commemorazione solenne in programma nell’arco dell’intera giornata.

In presenza delle Autorità civili, militari e religiose, dei rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’armi A.N.P.I., A.N.P.P.I.A., Invalidi e Mutilati di Guerra, dell’associazione Carabinieri in congedo, della Croce Rossa di Marino, del Corpo Guardie Zoofile e dei cittadini, la cerimonia ufficiale in ricordo dei caduti, presieduta dal sindaco Adriano Palozzi con il presidente del Consiglio comunale Stefano Cecchi, prenderà il via alle ore 10 nell’Aula consiliare di Palazzo Colonna.

Nel corso della manifestazione promossa dall’assessorato alla Cultura guidato da Otello Bocci, verrà scoperta l’opera «Deflagrazione», una lamina in ferro sbalzato realizzata e donata dal maestro Giglio Petriacci al Comune di Marino a rappresentare, tramite l’illuminazione dal retro e le lacerazioni prodotte sulla sua superficie, l’esplosione devastante di una bomba.

Ispirata ai funesti eventi bellici del 1944 di cui lo scultore, uno tra i più importanti esponenti del mondo artistico marinese, è stato testimone diretto, verrà installata nella Sala del Vestibolo di Palazzo Colonna, nel cuore del centro storico, dove sono presenti altre opere di insigni artisti locali vissuti o viventi nel territorio cittadino quali Stefano Piali e Paolo Marazzi.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il programma della cerimonia proseguirà, alle ore 11.30, con il Corteo cittadino con in testa il sindaco Palozzi e i componenti il Consiglio comunale che, preceduto dal Concerto Filarmonico «Enrico Ugolini» diretto dal M° Roberto Carmine Scura, dal cortile della sede municipale si snoderà per il centro cittadino raggiungendo il Monumento ai Caduti di piazzale degli Eroi, dove si terrà la Deposizione della corona d’alloro alla memoria a cui seguirà un momento di raccoglimento.

Alla cerimonia prenderà parte monsignor Pietro Massari, abate parroco della Basilica di San Barnaba.

Alle ore 12.30, nel ricordo del momento in cui vennero sganciate le bombe su Marino, verrà attivata la sirena dell’allarme antiaereo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La giornata commemorativa si concluderà, alle ore 18, con la Santa Messa in suffragio dei Caduti nella basilica di San Barnaba officiata da monsignor Pietro Massari.
 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi