01 Marzo 2021

Pubblicato il

Frosinone Calcio: al Matusa arriva un Perugia in stato di grazia

di Redazione

Gli uomini di Stellone si preparano alla prova del nove contro il Perugia di Camplone, reduce da tre successi di fila

“Di nuovo in campo? Dobbiamo vedere le condizioni di Crivello e anche quelle di Pamic. Santana invece è disponibile e ha recuperato. Russo rientrerà dal primo minuto, era in programma. Non posso far rifiatare tutti ma qualche giocatore riposerà anche domani. Qualcuno invece deve rigiocare per forza. E anche a Modena faremo così.  Il campionato? E’ sempre fondamentale vincere. E’ normale che la vittoria di Catania ci ha dato grande spinta anche a livello morale. Affronteremo una grande squadra come il Perugia e vorremo giocare la partita della vita. Perugia lotta per i playoff e in caso di vittoria stacchi una diretta concorrente. Non dimentichiamoci poi che siamo a tre punti dalla seconda. Al di là di questo però vogliamo dare continuità di risultati perché poche volte ci è successo di vincere tre quattro gare consecutive. Bisognerà scendere in campo con l’atteggiamento e con la voglia giusta. Anche domani ci vorrà sacrificio e i moduli contano pochi.

Vuoi la tua pubblicità qui?

A Catania c’è stato un primo tempo equilibrato, abbiamo rischiato pochissimo e Zappino ha dovuto fare solo due interventi. Alla fine del primo tempo poi stavamo sotto per un episodio. Fortunatamente non ci siamo disuniti e nella ripresa abbiamo rimediato allo svantaggio. Dopo il gol del 2 a 1 abbiamo anche avuto l’opportunità per fare il terzo. Sicuramente una vittoria del genere ti da una grande carica. Sono contento poi che gli attaccanti siano tornati a segnare. Quando un attaccante segna da loro molta fiducia. Perugia? Squadra di grande qualità. Li abbiamo fatto una gara perfetta, in quel secondo tempo man ano che andavamo avanti avevamo occasioni da gol Adesso incontriamo una squadra che viene da tre vittorie consecutive. Stavano cambiando l’allenatore invece adesso il gruppo si è rivitalizzato. Dobbiamo però pensare a noi. Di certo però il Perugia ha una grande qualità, ossia fanno bene il possesso palla. Dobbiamo essere bravi a sfruttare le ripartenze. Penso sarà una partita dove loro cercheranno di vincere per avvicinarsi nella zona playoff. A Catania si sono fatti trovare prontissimi i giocatori che ultimamente erano meno usati e questo è un segnale importante. Nelle ultime quattro partite abbiamo fatto tre vittorie, davanti stanno andando forte, basti pensare al Vicenza. Come sta andando forte il Perugia e ad esempio il Pescara. Noi dobbiamo affrontare una gara alla volta, abbiamo visto che abbiamo le carte in regola per battercela con tutti. Vorrei un “Matusa” pieno. Magari anche da prima della gara, già durante il riscaldamento. Obiettivo playoff? Io penso che ci saranno squadre che lotteranno fino alla fine per la promozione diretta e squadre che lotteranno per i playoff. Per me ad esempio il Bari rientra e anche il Pescara ce la potrebbe fare. Noi in questo momento veniamo da due vittorie convincenti e il pensiero nostro è un occhio davanti e un occhio dietro. Una gara alla volta. Noi ci salveremo, ci dobbiamo salvare però il prima possibile. Nelle ultime otto/nove partite vorremmo lottare per altri obiettivi”.

Roberto Stellone ha voluto così togliere un po’ di pressione al suo Frosinone, reduce dall’impresa del Massimino contro il Catania. Al Matusa arriva un Perugia, infatti, in uno stato di forma eccezionale. La squadra di Camplone sembra essere tornata quella d’inizio campionato e le ultime prestazioni lo dimostrano. Occhi puntati sul bomber rinato Ardemagni, in gol nell’ultima partita contro lo Spezia. Una partita dal sapore di play-off per entrambe le squadre. I canarini hanno 44 punti in Classifica, mentre sono 39 quelli degli umbri. Il Perugia è una squadra molto difficile da affrontare: gioca una calcio pulito, lineare, senza grandi fronzoli. Squadra cinica, che difende bene e sa come imbrigliare, tatticamente, un avversario. Il Frosinone, però, delle ultime uscite sembra essere rinato: Stellone ha ritrovato gli equilibri che mancavano da molto tempo e il duo Dionisi-Ciofani sta trascinando la squadra. I ciociari, infatti, con il sostegno del proprio pubblico e con una grande partita potrebbero seriamente allontanare dalla zona play-off una diretta rivale, con un successo che innalzerebbe il morale alle stelle. Il Frosinone, questa sera, è chiamato all’ennesima prova di maturità, per capire quali siano i reali obiettivi.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento