Vuoi la tua pubblicità qui?
15 Agosto 2020

Pubblicato il

I fatti del 2019 tra le sentenze Cucchi e Cappato e le scelte di Bergoglio

di Giulia Bertotto

Le sentenze storiche, la cronaca più sconvolgente e le belle novità...i fatti salienti dell'anno che lasciamo

Il 2019 è iniziato con le taglienti parole di Bergoglio che all'udienza generale per il nuovo anno ha detto “Meglio atei che cristiani ipocriti” un'affermazione che ha fatto scalpore, generando sia astio che ammirazione nell'alta curia e tra i fedeli.

Uno degli eventi da ricordare nell'anno da salutare è sicuramente l'incendio del 15 aprile nella cattedrale di Notre Dame che ha spazzato via secoli di arte e storia, gli attentati sul London Bridge e all'Aia nello stesso giorno, il 29 novembre; i roghi in Amazzonia che hanno carbonizzato ettari di foresta e biodiversità, la caduta dell'aereo Boeing 737 in Etiopia il 10 marzo, con otto italiani a bordo deceduti.

 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tra le personalità influenti Greta Thunberg, personaggio dell'anno per il “Time” la sedicenne svedese che scuote polemiche e coscienze contro lo sfruttamento esasperato del pianeta e per esortare i governi a promuovere uno sviluppo economico sostenibile per la natura. Per il meteo “L'acqua granda” che ha invaso Venezia il 12 novembre, con quello che sembra il fallimento del Mose e probabilmente l'influenza dei cambiamenti climatici sulla marea che ha impressionato il mondo intero. Ma anche l'alluvione di Matera che ha trasformato i “Sassi” in torrenti. Sempre nella Serenissima compare un murales dell'autore anonimo Bansky, che ritrae un bambino, un migrante a pelo d'acqua, salvato con una torcia in mano. Un'immagine forte di denuncia e insieme di speranza.

 

Le due sentenze epocali nella giustizia italiana: il verdetto storico per la morte di Stefano Cucchi con la condanna di quattro carabinieri il 14 novembre, il caso Marco Cappato che ha visto l'assoluzione dell'attivista dei radicali che aveva aiutato Dj Fabo nella sua lotta per ottenere il suicidio assistito il 23 dicembre. Non solo due casi giuridici, ma argomenti di dibattito sociale ed etico.

 

Proseguiamo commemorando la morte, il 13 agosto, della conduttrice Nadia Toffa che ha colpito e commosso il pubblico della televisione italiana, molto affezionato alla giornalista tenace e combattiva de “Le Iene”. Nella cronaca nera il caso Bibbiano in Emilia Romagna che ha sconvolto l'opinione pubblica del nostro paese, uno scandalo che ha coinvolto una rete di psicologi e assistenti sociali facendo emergere una realtà dolorosa e atroce di affidi illeciti e metodi di manipolazione sui bambini per separarli dalle loro famiglie. E ancora il ferimento di Manuel Bortuzzo, il 19enne promessa del nuoto che resterà paralizzato a causa di un proiettile vacante a Roma.

Da ricordare, la triste polemica che si è scagliata tra partiti con al centro la senatrice Liliana Segre, tra strumentalizzazioni e accuse, che costringono la superstite di Auschwitz, a vivere sotto scorta.

Di nuovo Papa Francesco, che nel dicembre ha abolito il segreto pontificio per i reati legati alla pedofilia nella chiesa, svolta per il Vaticano come per la legalità affidata allo Stato italiano.

Tra le statistiche si registra, sempre nel 2019, il primo superamento numerico del matrimonio civile su quello religioso.

Dallo spazio ad aprile ci giunge la foto del buco nero supermassiccio, o meglio la mappa delle onde delle emissioni da parte di un disco di gas che precipita al suo interno, elaborata dalla sonda Event Horizon Telescope, una vincente collaborazione sceintifica internazionale. 

Al cinema il successo planetario del film “Joker”, la chiusura della saga “Star Wars” e il ritorno di “Pinocchio” con il regista Matteo Garrone. Celebriamo inoltre i duecento anni da “L'infinito” di Giacomo Leopardi, uno dei più importanti poeti e intellettuali della letteratura mondiale. Ci sono infine, come un dessert di Capodanno, le buone notizie: in Veneto la realizzazione della pellicola 100% naturale fatta dalle api, a Napoli la terapia genica che ha restituito la vista a due bambini di 8 e 9 anni, e nella lontana Australia, la decisione che ha portato a  piantare un miliardo di alberi contro il riscaldamento globale. Infine il calo delle diagnosi per cancro in Italia, scese di 2mila persone rispetto al 2018 (Ansa settembre 2019).

Chissà cosa ci riserva questo 2020 che in fondo è solo una siepe da cui ci affacciamo e “il naufragar m'è dolce in questo mare”.

 

Leggi anche: 

Colleferro, sequestro discarica “Colle Fagiolara”

Roma, l'incidente a Corso Francia nella Capitale che fa strage di pedoni

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento