Vuoi la tua pubblicità qui?
05 Agosto 2021

Pubblicato il

Operazione Gordio

Latina coinvolta nel maxi-blitz antimafia che ha portato all’arresto 85 persone

di Chiara Fedeli
L’operazione antimafia, nata a Palermo nel 2017, ha permesso l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare di 85 persone, anche a Latina

Tutti gli arrestati sarebbero a vario titolo responsabili di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di droga, reati in materia di armi, estorsione e corruzione

Vuoi la tua pubblicità qui?

Degli 85 arresti, 63 persone sono in carcere, 18 persone agli arresti domiciliari e 4 hanno l’obbligo di firma. La Dda ha realizzato il blitz in collaborazione con le unità cinofile, ma anche con la partecipazione del nucleo di elicotteri e dello squadrone cacciatori di Sicilia, che ha portato all’esecuzione dell’ordinanza nelle città di Latina, Roma, Palermo, Napoli e Nuoro

L’operazione, denominata Gordio, ha coinvolto quindi anche la provincia di Latina. Infatti, la cocaina, hashish e marijuana confiscati erano diretti dalla provincia pontina fino a Palermo – e, da qui, a Trapani. In totale, sono cinque le organizzazioni di trafficanti di stupefacenti che gestivano il traffico di droga nelle piazze delle suddette città, e che ricevevano approvvigionamento proprio dal basso Lazio e dalla Campania.

Sono tre le persone di Latina finite agli arresti nella giornata di oggi. Tutti e tre accusati di vendita e detenzione di sostanze stupefacenti e considerati fornitori stabili del gruppo siciliano. Uno di loro in particolare con contatti diretti con Michele Vitale, esponente della famiglia mafiosa dei Fardazza. Altri due arresti sono relativi a due corrieri, legati “al medesimo circuito relazionale”, si legge nell’ordinanza, e si occupavano invece del trasporto di sostanze da Latina alla Sicilia. 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento