25 Ottobre 2021

Pubblicato il

Marevivo Sicilia in barca a vela con i bambini

di Redazione
Tutela ambientale, biologia marina e sport ecosostenibili tra gli obiettivi dell’associazione ambientalista dedicati ai più giovani

Al via l’emozionante avventura di un nuovo gruppo di educatori di Marevivo Sicilia a bordo della barca a vela della Marina Militare Italiana, Caroly. Il gruppo raggiungerà domani, giovedi 12 maggio, l’isola di Ustica per partecipare alla giornata finale del percorso educativo “Delfini Guardiani” di Marevivo, destinato in questa edizione, ai bambini isolani.

“Questi giovani, spiega un portavoce dell’associazione, stanno effettuando un percorso formativo di apprendimento pratico nell’ambito del progetto Open Beach che ha come obiettivo fondamentale quello di raggiungere tutti i bambini che vivono nelle isole minori italiane affinché comprendano l’importanza di vivere in luoghi così unici e speciali anche e soprattutto dal punto di vista naturalistico”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Previste anche attività e iniziative trasversali al percorso scolastico a fronte di tutte le difficoltà che molti bambini si sono trovati a dover sopportare nel periodo invernale a causa di mancati collegamenti navali necessari per il raggiungimento dei plessi scolastici dovuti al maltempo.

Al termine della esperienza marinara, i giovani partecipanti, alla presenza dell’equipaggio della Caroly e del suo comandante, del direttore dell’Area Marina Protetta Isola di Ustica che ha sostenuto il progetto e delle autorità locali patrocinanti, riceveranno l’attestato di Delfino Guardiano dell’Isola di Ustica che li autorizza a promuovere la propria isola, a denunciare i reati contro il patrimonio cittadino e contro il mare. Il tutto, nella logica del dovere che riguarda tutti noi e che prevede di rispettare i beni naturali e del luogo nel quale si vive.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le prossime tappe previste sono Trapani, a bordo della prestigiosa Amerigo Vespucci, con gli studenti delle Isole Egadi e Lipari per gli studenti delle Eolie.

*Foto di Stefano Siracusa e Alberto Canepa

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo