01 Marzo 2021

Pubblicato il

Roma Ostia, liquami fognari allagano alcune case: allarme igienico-sanitario

di Redazione

Situazione igienico-sanitaria insostenibile a Ostia, Roma, dove l'intasamento fognario ha fatto esplodere tubi e fuoriuscire liquami

Ostia liquami

Ostia, liquami che fanno esplodere la rete fognaria e fuoriescono negli appartamenti. “La situazione igienico-sanitaria in via Costanzo Casana 147 e in via Corrado del Greco 120, ad Ostia, è divenuta ormai insostenibile. Ho inoltrato un’interrogazione agli Assessorati alle Infrastrutture e al Patrimonio e Politiche Abitative di Roma Capitale”.

Il consigliere comunale del PD Giovanni Zannola si fa portavoce dei “numerosi residenti allarmati per la questione incresciosa che si è venuta a creare, ma soprattutto per la mancanza di interlocutori e quindi di risposte”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Da giorni, spiega nella nota, “l’intasamento delle colonne fognarie delle case comunali sta determinando fuoriuscite di liquami che coinvolgono le abitazioni al piano terra e al primo piano.

In alcuni casi, la pressione dell’acqua ha causato anche la rottura dei tubi, con conseguente allagamento degli alloggi. Gli inquilini di via Casana, ormai allo stremo, si sono rivolti a una ditta di autospurgo privata, provvedendo a proprie spese; mentre i residenti di via del Greco attendono ancora risposte per un intervento analogo da parte di Roma Capitale. Non hanno avuto, infatti, alcun esito le lettere e le mail ufficiali che nei giorni scorsi i cittadini hanno inviato agli uffici preposti”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ostia liquami, non è emergenza ma mancanza manutenzione

“Ormai non si tratta più di una situazione di natura ‘emergenziale’, spiega Leonardo di Matteo, del PD Rom.

Il problema si presenta ciclicamente per la mancanza di una seria manutenzione, che il Comune purtroppo non è in grado di garantire”. “La latitanza dell’Amministrazione è inaccettabile- conclude Zannola- soprattutto se si considera l’emergenza sanitaria in corso”

Immagine di Archivio

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento