Vuoi la tua pubblicità qui?
09 Aprile 2021

Pubblicato il

Rapina in banca ad Ariccia, presi 90mila euro

di Redazione

Colpo studiato nei minimi dettagli da 4 malviventi, che hanno sequestrato dipendenti e direttore

Colpo grosso e studiato nei dettagli ad Ariccia. Nella mattinata odierna una banda formata da 4 uomini, tutti muniti di passamontagna, hanno rapinato una banca in via delle Cerquette. I malviventi si erano appostati fuori dall'istituto di credito qualche minuto prima dell'apertura. Poi, intorno alle 8, quando i dipendenti sono arrivati sul posto di lavoro li hanno minacciati con le pistole e presi in ostaggio. Anche il direttore ha subito un trattamento analogo. I ladri lo hanno costretto a consegnarli le chiavi del caveau e a quel punto è stato un gioco da ragazzi prelevare il denaro.

Pare che la somma sottratta si aggiri intorno ai 90mila euro. I criminali si sono comportati in maniera brutale e astuta. Alcuni dipendenti sono stati infatti chiusi a chiave, mentre ad altri sono stati legati i polsi con delle fascette. Inoltre due dei membri della banda si sono recati in un bar vicino alla banca al fine di assicurarsi che nessuno allertasse le Forze del'ordine.

Vuoi la tua pubblicità qui?

 Grazie a questo stratagemma, per loro è stato facile dileguarsi senza lasciare traccia. Quando gli agenti del commissariato di Albano e i Carabinieri sono giunti sul posto, i malviventi erano già fuggiti da tempo e senza lasciare alcuna traccia. La speranza, ora, è che le immagini delle telecamere interne possano fornire particolari utili per il loro rintracciamento. Al momento, gli unici elementi a disposizione degli inquirenti sono le testimonianze di alcuni dipendenti, i quali hanno ipotizzato che i ladri possano esere italiani.

Sul luogo della rapina sono giunti anche i sanitari del 118, che hanno prestato soccorso alle persone sequestrate, nessuna delle quali, fortunatamente, ha riportato ferite. Al lavoro anche la Polizia Scientifica, che si è messa alla ricerca delle impronte lasciate dai criminali.

 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento