Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Gennaio 2023

Pubblicato il

Dipendenti infedeli

Regione Lazio, timbrano il cartellino e tornano a casa: scoperti nove dipendenti

di Alice Capriotti
Alcuni dipendenti si assentavano per svolgere faccende personali: shopping, parrucchiere, o addirittura tornavano a casa
Guardia di Finanza

Il Gruppo della Guardia di Finanza di Guidonia Montecelio, coordinato dalla Procura di Tivoli, dopo accurate indagini ha iscritto nel registro degli indagati 9 dipendenti della Regione Lazio che dovranno rispondere di assenteismo davanti al giudice.

Le indagini

Le Fiamme Gialle hanno notato come i dipendenti dell’Ente regionale Parco Naturale dei Monti Lucretini, dopo aver timbrato il cartellino, si assentavano per portare a termine attività personali quali shopping, parrucchiere, e in alcuni casi tornavano addirittura a casa e rientravano al lavoro solo per registrare l’uscita.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le misure cautelari

Il Gip della Procura di Tivoli ha emesso 9 misure nei confronti di quei dipendenti che – grazie alla registrazione delle telecamere di sorveglianza nella zona della timbratura dei cartellini – sono stati accusati di aver commesso illeciti. In totale sono indagati 21 dipendenti, anche se per loro i fatti non sono risultati tanto gravi da richiedere la misura cautelare.

Gli illeciti

Dalle ricerche della Guardia di Finanza si è venuti a conoscenza che un indagato si sarebbe allontanato 41 giorni, da luglio ad ottobre 2021, per un totale di 195 ore. Mentre un altro, nello stesso periodo, si è assentato 34 giorni lavorativi, per un totale di 130 ore. Infine risulta che altri indagati abbiano ricevuto 3.000 euro di retribuzioni illecite.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo