Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Agosto 2022

Pubblicato il

Roma, Atac non scherza: per la sosta in doppia fila si rischia il processo

di Cristina Accardi
Atac non perdona e denuncia 500 automobilisti che con le loro soste selvagge hanno intralciato il pubblico servizio
Automobile parcheggiata in doppia fila

Chi vive Roma lo sa bene i parcheggi in doppia fila sono all’ordine del giorno. In ogni parte della città sentiamo suonare il clacson di un automobilista che è rimasto bloccato a causa di un parcheggio non a norma.

Dopo ore di continua ricerca la disperazione prende il sopravvento e allora c’è chi parcheggia in doppia fila, chi sulle strisce pedonali e chi sui simboli di un incrocio. Tuttavia, non dimentichiamo chi è un parcheggiatore abusivo cronico che, al di là delle motivazioni, non presta importanza a dove e come sosta.

In entrambi i casi però l’Atac non perdona. Infatti, sono giunte a piazzale Clodio ben 500 denunce da parte dell’azienda verso gli automobilisti che con le loro soste selvagge hanno intralciato la viabilità dei loro bus.

Le denunce riportano l’accusa di intralcio a pubblico servizio, previsto dall’articolo 340 del Codice penale, che prevede fino a due anni di reclusione se avviene in un luogo pubblico.

Tuttavia, le denunce sembrano voler fungere da deterrente per portare all’attenzione la condotta indisciplinata degli automobilisti romani.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?