Vuoi la tua pubblicità qui?
15 Maggio 2021

Pubblicato il

Roma capitale: Tutti i lavori da qui al Giubileo straordinario

di Fabio Vergovich

Ieri il sindaco dimissionario Ignazio Marino ha firmato tre provvedimenti che riguardano lavori urgenti per l'imminente Giubileo

Ieri il sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha posto la firma su tre provvedimenti che riguardano lavori urgenti per l'imminente Giubileo, "ma che miglioreranno anche la vivibilità di alcune aree di Roma", ha dichiarato il primo cittadino dimissionario. Le aree interessate ai lavori di riqualificazione, per una spesa di 10 milioni di euro, sono: Lungotevere Flaminio, Lungotevere delle Navi e Arnaldo da Brescia, Lungotevere Sangallo, Lungotevere Fiorentini, Lungotevere Altoviti e Augusta, Lungotevere Pierleoni e Teboldi, Lungotevere Aventino e Lungotevere Testaccio; l'area adiacente la stazione di San Pietro ( Piazza della Stazione, via della Stazione di San Pietro, via Innocenzo III, via delle Fornaci, Piazza di Porta Cavalleggeri e via dei Cavalleggeri ), qui l'impegno porterà ad un potenziamento delle infrastrutture stradali, in particolar modo i collegamenti con le stazioni ferroviarie e con i luoghi del turismo religioso, attraverso il rinnovamento del manto stradale, dei marciapiedi, delle caditoie e della segnaletica; via IV novembre, Largo Magnanapoli e via Cesare Battisti.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Tra poco la Giunta capitolina si riunirà per approvare una seconda parte di appalti per una spesa di 30 milioni di euro, che saranno così divisi: 9 ml per le strade, 6 ml per l'illuminazione e 15 ml per la manutenzione dei trasporti. L'8 dicembre 2015 avrà inizio il Giubileo, con l'apertura della porta santa della Basilica di San Pietro, e terminerà il 20 novembre 2016. Alla lentezza degli interventi per il Giubileo si somma la situazione critica, ormai instabile del Comune di Roma, dopo le dimissioni di Marino, e aumentano i punti interrogativi sui lavori che saranno portati a termine. La Giunta cercherà di avviare gli ultimi procedimenti d'appalto, prima del 2 novembre, data del suo scioglimento. Gli obiettivi che più risultano a rischio di non essere raggiunti sono: L' acquisto di nuovi mezzi Atac, il piano dei bus turistici ideato ed esposto dall'ex Assessore ai Trasporti Esposito, la manutenzione della metro A e B, il rifacimento di Piazza Venezia, il miglioramento della Roma – Lido, la presenza delle guardie armate sui bus turistici.  
Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento