Vuoi la tua pubblicità qui?
03 Luglio 2022

Pubblicato il

Forti disagi

Alta Velocità Roma-Napoli. Treno deragliato, RFI: in tre giorni sarà ripristinata la normale circolazione

di Redazione
È in corso la riprogrammazione del Trasporto Regionale, il cui programma sarà pubblicato nelle prossime ore
disagi alla stazione termini di roma
Lunghe file di viaggiatori ai box Italo dell'Alta Velocità alla Stazione Termini di Roma

“Si stima che in circa tre giorni sarà possibile riavviare la circolazione ferroviaria su entrambi i binari” del tratto di linea ad alta velocità Roma-Napoli, nei pressi di Roma Prenestina, interessato dall’incidente che si è verificato lo scorso venerdì 3 giugno“. Lo comunica Rete ferroviaria italiana- RFI.

Viaggiatori dell'Alta Velocità in fila alla stazione Termini di Roma
Viaggiatori dell’Alta Velocità in fila alla stazione Termini di Roma

Sono iniziate nel pomeriggio di oggi, 5 giugno, le prime attività di ripristino della funzionalità del tratto di linea ad alta velocità Roma – Napoli, nei pressi di Roma Prenestina, dove venerdì 3 giugno la locomotiva di coda di un treno AV è sviata, restando in posizione verticale, ma arrestando la corsa del convoglio e arrecando alcuni danni all’infrastruttura. Lo comunica Rete ferroviaria italiana– RFI Le attività prendono il via dopo la comunicazione di dissequestro dell’area da parte dell’Autorità giudiziaria.

In circa tre giorni la circolazione tornerà normale

Si stima che in circa tre giorni sarà possibile riavviare la circolazione ferroviaria su entrambi i binari di questo tratto interessato. I treni AV continuano a percorrere gli itinerari alternativi via Formia e via Cassino con allungamento dei relativi tempi di viaggio. Il Trasporto Regionale nel nodo di Roma è stato fortemente compromesso dal giorno dell’incidente con riduzioni dell’offerta, numerose cancellazioni e limitazioni di corse. 

La pazienza dei viaggiatori è stata messa a dura prova dalle lunghe attese senza soluzione ai disagi, il tutto amplificato dal caldo micidiale di questi giorni. È in corso la riprogrammazione del Trasporto Regionale, il cui programma di dettaglio sarà pubblicato nelle prossime ore su tutti i canali di informazione di Trenitalia. (Com/Amb/Dire)

Percorso dei treni deviato

Per i prossimi giorni, i treni Alta Velocità saranno instradati sui percorsi alternativi sulle linee convenzionali Roma Napoli via Cassino e via Formia. Maggiori tempi di percorrenza rispettivamente di 90 e di 60 minuti. I treni Alta Velocità instradati sul percorso alternativo via Formia non fermano a Napoli Afragola. Attivo il servizio navetta tra Napoli Afragola e Napoli Centrale. Alcuni treni Alta Velocità instradati sul percorso alternativo via Formia fermano a Roma Tiburtina anziché a Roma Termini. Alcuni treni InterCity fermano a Campoleone.

Treni Regionali variazioni

I treni Regionali delle seguenti relazioni possono subire variazioni, cancellazioni e limitazioni di percorso: Roma – Napoli via Formia; Roma – Frosinone; Roma – Nettuno; Roma – Frascati/Albano. I treni Regionali della seguente relazione possono subire variazioni, cancellazioni e limitazioni di percorso: Roma – Sulmona – Pescara. I treni Regionali delle seguenti relazioni possono subire variazioni, cancellazioni e limitazioni di percorso: Napoli – Aversa; Napoli – Benevento; Napoli – Caserta; Napoli – Villa Literno.

Area dissequestrata

L’area dell’incidente ferroviario è stata dissequestrata. L’atto è stato notificato dai pm della Capitale. Tolti dunque i ‘sigilli’ ai binari, l’infrastruttura ferroviaria, grazie all’intervento dei tecnici della Rfi, dovrebbe tornare alla normalità, così come la circolazione. Restano invece sotto sequestro un pezzo di rotaia deformato, che verrà tagliato e asportato per consentire ulteriori verifiche, il locomotore posteriore danneggiato e deragliato e il locomotore anteriore. Dissequestrate anche le 11 carrozze dei viaggiatori.

La Procura indaga

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in relazione all’incidente ferroviario avvenuto in una galleria della Capitale.

Nel procedimento, al momento contro ignoti, si ipotizza il reato di delitti colposi di pericolo, sancito dall’articolo 450 del codice penale.

I pm di piazzale Clodio hanno effettuato ieri un sopralluogo nella galleria della Serenissima insieme agli ispettori del lavoro. Gli inquirenti hanno anche disposto una consulenza tecnica su quanto avvenuto.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo