Vuoi la tua pubblicità qui?
05 Luglio 2020

Pubblicato il

Arriva “Mestier-Arte”

di Redazione

Un nuovo progetto per i diversamente abili ad Alatri

Un altro importante progetto è in arrivo presso il Comune di Alatri. L’Assessorato alle Politiche Sociali dell’Ente, infatti, comunica l’imminente avvio di una nuova interessante iniziativa denominata “MESTIER – ARTE” e promossa dalle associazioni Auser del Frusinata, Anteas e Ada, con l’obiettivo dichiarato di creare opportunità di crescita, anche professionale e di integrazione, per le persone diversamente abili.

Tale progetto, vuole appunto essere una ulteriore possibilità di inclusione sociale per quelle persone che, all’interno del Centro Diurno, stanno lavorando su diversi livelli per l’acquisizione dell’autonomia personale.
Il progetto si articolerà nelle seguenti fasi: Programmazione, coordinamento e promozione delle attività; Avvio gestione delle attività laboratoriali (Laboratorio ceramica, laboratorio vimini e laboratorio ricamo e cucito) e del corso di formazione per i volontari; Monitoraggio e valutazione; Diffusione dei risultati, evento finale e rendicontazione a chiusura del percorso.

Il piano di lavoro, che ha ottenuto un finanziamento del CESV – SPES, vedrà impegnati, tra gli altri, la cooperative Altri Colori, alcuni istituti scolastici del territorio e i Centri sociali Anziani di Alaltri e Collelavena. Tutti coinvolti per mettere insieme professionalità e competenze diverse, ma uniti per il raggiungimento di un fine comune.

In particolare, l’attuazione del progetto prevede l’attivazione di laboratori con gli ospiti del Centro diurno Emanuele Fanella di Collelavena. Nella gestione dei laboratori saranno coinvolti, insieme agli operatori specializzati, gli anziani dei centri che metteranno a disposizione le loro professionalità per garantire un trasferimento di competenze tra generazioni. Insieme all’integrazioni dei ragazzi diversamente abili, dunque, il progetto mira anche a recuperare le antiche professioni artigiane e garantirne il passaggio alle future generazioni. Per dare visibilità all’iniziativa, i lavori realizzati saranno venduti come bomboniere solidali presso un punto vendita attrezzato in spazi messi a disposizione dall’Ente.

“Questa nuova interessante iniziativa che vede la partecipazione dell’assessorato ai Servizi Sociali – ha spiegato il vicesindaco Fabio Di Fabio – include una doppia valenza sociale: la prima, ovviamente, quella dell’inserimento costante e attivo dei disabili nel mondo del lavoro attraverso laboratori di arti particolari e sempre apprezzate; la seconda, quella del recupero delle antiche professioni artigiane per garantire il passaggio di questi mestieri alle nuove generazioni. Siamo sempre particolarmente soddisfatti – ha concluso l’assessore alle politiche sociali in forza al governo Morini – quando si includono i diversamente abili in progetti importanti e dalle giuste finalità”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi