Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Settembre 2021

Pubblicato il

Lo sapevate che...

Calcio, positivo l’esordio di Sarri e Mourinho in campionato

di Redazione
L’approdo di José Mourinho sulla panchina dei giallorossi e di Maurizio Sarri ai biancocelesti ha ridato vigore a tutte e due le squadre
Calcio, pallone
partita di calcio in corso

Il campionato di Serie A è ripartito all’insegna delle conferme e di alcune sorprese. Inter e Milan, le due squadre di Milano che hanno dominato tutta la stagione scorsa di campionato (che si è conclusa con la vittoria dello scudetto da parte dei nerazzurri), dopo le prime giornate sono in testa alla classifica a punteggio pieno. Le due compagini meneghine hanno dimostrato di poter essere all’altezza delle prime posizioni della graduatoria di Serie A e di poter lottare fino alla fine in questa stagione. Tra le più gradite sorprese di questa prima parte di campionato ai piani alti della classifica troviamo anche i due club della Capitale, la Roma e la Lazio.

Mourinho e Sarri

L’approdo di José Mourinho sulla panchina dei giallorossi e di Maurizio Sarri ai biancocelesti ha ridato vigore a tutte e due le squadre, tanto da trascinarle avanti nel gruppo delle battistrada del campionato.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Eppure, dopo aver vinto nettamente e portato a casa sei punti nelle prime due uscite stagionali in Serie A, l’undici di mister Sarri – al suo primo anno sulla panchina della Lazio – sembra, però, non aver del tutto convinto gli addetti ai lavori che vogliono i capitolini biancocelesti ancora in forte ritardo nella speciale classifica delle favorite alla lotta Scudetto secondo le quote Serie A.

La Roma lotta per lo scudetto

Lo stesso non si può dire per la Roma che, invece, viene piazzata con Inter, Milan, Juventus, Napoli e Atalanta tra le favorite nella lotta scudetto. Merito della strategia adottata nel corso della finestra estiva di calciomercato dai dirigenti della società giallorossa (e dallo stesso nuovo allenatore). Tanti sono i volti nuovi voluti nella rosa dal tecnico lusitano. Tra questi spicca l’attaccante inglese Tammy Abraham, pagato al Chelsea la somma di 40 milioni di euro. L’ex Blues si è subito messo in mostra, andando a segno sia nelle partite di qualificazione della Conference League (la nuova competizione ideata dalla UEFA per le squadre di club del vecchio continente) e in Serie A.

Fortemente richiesto in sede di contrattazione, è stato un connazionale dello stesso allenatore Mourinho, ovvero il portiere Rui Patrício, prelevato dai Wolves in Premier League per quasi 12 milioni di euro (all’età di 34 anni). Senza dimenticare la punta uzbeka Eldor Shomurodov (arrivato a Roma dal Genoa), un acquisto che in prospettiva futura potrebbe rivelarsi un vero affare. La Roma, ad oggi, sta esprimendo il miglior gioco offensivo di tutto il campionato, con quasi 20 tiri effettuati ogni match (secondo soltanto all’Inter per tiri in porta ogni partita).

La Lazio ha il miglior attacco

Ma è la Lazio con 9 gol fatti nei primi due match della Serie A ad avere il rendimento d’attacco migliore. Nonostante la squadra di Sarri costruisca meno azioni da gol nella fase di possesso palla, Ciro Immobile e compagni sinora hanno dimostrato di saper concretizzare meglio e più di chiunque altro. Insomma, questa nuova Lazio sembra essere stata già plasmata secondo i dogmi del suo nuovo allenatore. Quel “sarrismo” che tanto ha fatto parlare di sé negli anni a Napoli e che ha conquistato vette altissime a Torino con la Juventus (con la vittoria di uno Scudetto) e a Londra con il Chelsea (con il trionfo in Europa League).

Anche la dirigenza biancoceleste si è mossa in maniera decisa quest’anno durante il calciomercato. Mattia Zaccagni dal Verona è l’ultimo arrivato alla corte dell’allenatore toscano che quest’anno potrà contare anche su una sua vecchia conoscenza, ovvero il terzino destro ex Napoli Elseid Hysaj. Quale squadra tra Roma e Lazio avrà più chance di arrivare fino in fondo in campionato?

Vuoi la tua pubblicità qui?

Presto per dirlo, anche perché quest’anno la concorrenza in Serie A è più agguerrita che mai. Sono in tante le squadre che ambiscono a uno dei primi quattro piazzamenti della classifica (e, dunque, alla qualificazione nella prossima edizione della Champions League). Le due società di Roma vogliono tornare a giocare nella più importante manifestazione continentale per club (anche e soprattutto per ragioni economiche). Vedremo alla fine quale delle due realtà avrà la meglio.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo