Pubblicato il

Pregiudizi

“Cerco un filippino per casa”, il post che racconta la miseria del pregiudizio

di Francesco Vergovich
Come dimenticare il disappunto nazionale a leggere nel più seguito settimanale tedesco, Der Spiegel, "Italiani, spaghetti e pistola", alludendo alla mafia
Pulizie di casa
Vuoi la tua pubblicità qui?

Un post che rappresenta la miseria del pregiudizio, ancora oggi nel 2024 e di cui si parla diffusamente sui social. L’annuncio su una pagina Fb di cittadini residenti in zona Roma Nord che condividono consigli e necessità. Il post recitava proprio così: “Cerco filippino per riordino casa”.

Cerco filippino per ordinare casa

Il pregiudizio, basato su stereotipi riguardanti la nazionalità o l’etnia di una persona, può avere effetti molto dannosi. I pregiudizi possono limitare la percezione delle capacità individuali e ridurre le persone a semplici categorie basate sulla loro origine nazionale o etnica. Questo può portare a discriminazione sul lavoro, nelle relazioni sociali e nelle opportunità di crescita personale e professionale.

Quando si presume che i filippini siano tutti domestici e badanti, gli egiziani pizzaioli o venditori di frutta, e i bengalesi e pachistani lavapiatti o gestori di minimarket notturni, si ignora la ricchezza e la varietà delle loro esperienze, abilità e aspirazioni. Ogni individuo è unico e ha il proprio set di talenti, passioni e obiettivi. Ridurre una persona a un semplice stereotipo significa non riconoscere la sua umanità completa e la sua capacità di contribuire alla società in modi diversi.

Italiani spaghetti e mafia

Del resto come dimenticare il disappunto nazionale a leggere nel più seguito settimanale tedesco, Der Spiegel, anni fa, “Italiani, spaghetti e pistola”, alludendo alla mafia. Se capita a noi è un’offesa e se lo facciamo agli altri va bene?

Vuoi la tua pubblicità qui?

Questi stereotipi possono anche avere impatti negativi sull’autostima degli individui e sul modo in cui sono trattati dagli altri. Possono sentirsi limitati nelle loro possibilità e potrebbero non avere le stesse opportunità di esprimere il loro pieno potenziale.

È importante riconoscere e contrastare questi pregiudizi attraverso l’educazione e la promozione di una maggiore comprensione e rispetto della diversità. Ciò include il riconoscere e celebrare le reali capacità e contributi di ogni individuo, indipendentemente dalla loro nazionalità o origine etnica.

Una persona non rappresenta un mestiere ma una personalità

Nessun popolo o gruppo etnico dovrebbe essere rappresentato o riconosciuto esclusivamente attraverso un mestiere o una professione specifica. Questo tipo di categorizzazione è riduttiva e non riflette la complessità e la ricchezza culturale delle comunità.

Il popolo filippino, come ogni altro gruppo etnico o nazionale, possiede un’ampia gamma di talenti, abilità e interessi. I filippini lavorano in una varietà di settori e professioni, che vanno dalla medicina all’ingegneria, dall’arte all’insegnamento, e molto altro ancora. Ridurre un intero popolo a un singolo mestiere è ingiusto e non tiene conto della diversità e della complessità delle loro vite e delle loro aspirazioni.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?