Vuoi la tua pubblicità qui?
22 Ottobre 2020

Pubblicato il

Chef, Gianfranco Vissani: “Basta con le donne, prendo un anno sabbatico”

di Redazione

Ha detto basta alle donne uno degli chef italiani più apprezzati nel mondo, con la fama di gran corteggiatore

Ha detto basta alle donne uno degli chef italiani più apprezzati nel mondo, Gianfranco Vissani, con la fama di gran corteggiatore e che evidentemente non ce la fa più a sopportare le intemperanze e il cambio d'umore delle donne che gli gravitano attorno. Eppure Vissani, che è stato forse il primo cuoco italiano della nouvelle vague a imporsi sulla scena nazionale e internazionale, grazie a una conoscenza straordinaria, ereditata dal padre, della materia prima e dei migliori prodotti delle regioni italiane e di un talento raffinatissimo in cucina oltre che ad una personalità straripante, ha sempre avuto un debole per il gentil sesso. Una naturale propensione al corteggiamento che negli anni lo ha portato al fianco di donne affascinanti e potenti. Insomma Gianfranco Vissani ha conosciuto l'universo femminile e dev'essere stata proprio questa eccessiva vicinanza alle donne che oggi lo ha esasperato e spinto a fare una dichiarazione pubblica, in diretta su Radio Radio: "Con le donne dico basta e faccio un passo indietro, prendo un anno sabbatico. Non voglio che mi rompano più le uova nel paniere, stiano dove sono, si facciano coprire dalla muffa e dalle formiche ma da questo momento a me le donne non interessano più. Noi uomini possiamo trovare tante cose piacevoli da fare senza rivolgerci al sesso femminile. Possiamo divertirci anche senza una donna, tra amici, a tavola e così quando vai a cena quello che paghi è quello che hai consumato tu e non devi averle sempre a carico. Le donne costano e tanto. Basta, non voglio più sentire parlare di donne".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Vissani su Report: "Io non farei entrare le telecamere in cucina"

Se vuoi saperne di più su Casa Vissani

Antonello Colonna: vi faccio assaggiare due piatti di storia

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento