Vuoi la tua pubblicità qui?
30 Gennaio 2023

Pubblicato il

Come deve essere il bouquet della sposa? Lo stile cambia in base a..

di Redazione
Dopo la scelta dell’abito da sposa, arriva il momento di scegliere il bouquet, quel piccolo tocco floreale che non può mancare nel grande giorno

I fiori accompagnano sempre un’emozione: riceverli e donarli è un gesto semplice ma ricco di significati che vengono trasmessi attraverso la loro bellezza. Ogni fiore ha un proprio significato, unico e profondo, fatto di colori, profumi, forme e sensazioni, che arricchiscono il valore simbolico di un momento importante o di un dono speciale, d’amore, di amicizia, di ringraziamento, di affetto. La SB Eventi Fioriti in queste sezioni vuole dare qualche suggerimento per imparare a conoscere i significati dei fiori, dei loro colori e i giusti accorgimenti per poter comunicare le proprie emozioni in ogni occasione nel modo migliore.

Il Bouquet:

Vuoi la tua pubblicità qui?

Dopo la scelta dell’abito da sposa,  arriva il momento di scegliere il bouquet, quel piccolo tocco floreale che non può mancare nel grande giorno. La scelta deve tener conto di 3 fattori:

  • l’abito scelto,
  • la corporatura  e l’altezza della sposa, 
  • lo stile e il colore del matrimonio.

Già dal 2016 e, confermato anche per la stagione 2017, si sono visti meravigliosi bouquet scomposti, con un’importante presenza di fogliame: felci, eucalipto, erbe aromatiche o succulente che sembrano fasci di fiori appena colti più che composizioni studiate e strutturate. Che sia monocromatico, di diverse nuances, a contrasto, a fascio o strutturato è importante che il bouquet venga composto da un fiorista professionista, soprattutto perché dovrà durare per l’intera giornata , dall’entrata in chiesa, passando per gli abbracci di amici e parenti, fino al fantomatico lancio. 

SB Eventi Fioriti è in via Appia Nuova km21, Marino (RM)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo