Vuoi la tua pubblicità qui?
26 Settembre 2020

Pubblicato il

Conferenza stampa “Il ritratto di una donna” Frida Kahlo

di Redazione

Al Teatro Piccolo Eliseo conferenza stampa di presentazione dello spettacolo FRIDA KAHLO "Il ritratto di una donna"

Debutta questa sera al Teatro Piccolo Eliseo Patroni Griffi di Roma lo spettacolo Frida Kahlo "Il ritratto di una donna", di Alessandro Prete, Igor Maltagliati, Luca Setaccioli, con l'attrice Alessia Navarro nel ruolo di protagonista.

Lo spettacolo fa parte di una Trilogia teatrale nata dall'idea di Pino Insegno, Alessia Navarro e Alessandro Prete, di cui la prima opera, messa in scena qualche anno fa, fu Edgar Allan Poe "Il racconto di un uomo", in cui  danza, musica, cinema, recitazione si fondevano in una multimedialità tale che la critica americana definì l'opera  "il racconto mai scritto di Edgar Allan Poe".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Frida Kahlo costituisce – come afferma Pino Insegno alla conferenza stampa – un'opera che richiedeva una particolare attenzione e meditazione in quanto, se per Edgar Allan Poe c'era già qualcosa di scritto, per Frida era tutto da creare prendendo ispirazione dai suoi quadri.

Alessia Navarro – prosegue Pino Insegno – era la protagonista ideale, essendo oltre che attrice antropologa, esperta conoscitrice della cultura messicana e profonda stimatrice di Frida sia come donna che artista.

Lo spettacolo è stato tecnicamente costruito – come precisa Alessandro Prete in conferenza stampa – nella sfida di unire le diverse arti figurative senza sovrapporle l'una all'altra, compresa la danza. Il filo conduttore è costituito da dieci quadri di Frida che raccontano sul palcoscenico dieci donne in una sola: dieci archetipi di femminile, dieci storie diverse. Il quadro diventa lo spunto per raccontare la donna di ogni tempo.

Lo spettacolo non costituisce una biografia di Frida né un'opera intellettuale, ma vuole cogliere quello che Frida ha voluto esprimere e lasciare di sé sia agli uomini che alle donne, attraverso dieci quadri scelti "Nascita", "Autoritratto con collana", "La mia balia e io", "Quel che mi diede l'acqua", "Qualche piccolo colpo di pugnale", Autoritratto con capelli tagliati", "Il suicidio di Dorothy Hale", "La colonna spezzata", "Il sogno", "Autoritratto come Tehuana". 

 Come assicura Pino Insegno, il tutto è rappresentato con una scenografia multimediale, moderna come la stessa Frida, degna dei più grandi spettacoli, proiezioni per rappresentare i quadri e perfino un palco girevole, con accompagnamento musicale che va dall'hip hop, alla techno, alla musica digitale e messicana e al tradizionale tango. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento