Vuoi la tua pubblicità qui?
06 Maggio 2021

Pubblicato il

1° maggio 2021

Covid nel Lazio: calano i numeri della pandemia. Agro Pontino sotto osservazione

di Redazione

Il bollettino sanitario dei contagi a Roma e nel Lazio

covid lazio agro pontino variante indiana sihk
Residence a Bella Farnia (Sabaudia)

“Oggi su oltre 17 mila tamponi nel Lazio (-170) e oltre 26 mila antigenici per un totale di oltre 43 mila test, si registrano 1.069 casi positivi (-82), 13 i decessi (-13) e +2.457 i guariti. Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 6%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 2%La campagna vaccinale del Lazio è un modello ‘maratona’.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ieri record di somministrazioni con oltre 43 mila vaccini in un solo giorno e la complessa macchina vaccinale non si è fermata nemmeno il 1° maggio. Oggi visita presso l’hub della Nuvola e agli operatori del Call Center per ringraziarli del grande lavoro che stanno svolgendo per il contrasto della pandemia. 

Roma

I casi a Roma città sono a quota 500.

Nella Asl Roma sono 177 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 240 casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi con patologie. 

Nella Asl Roma 3 sono 87 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nella Asl Roma 4 sono 92 casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nella Asl Roma 5 sono 115 casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 97 casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie

Vuoi la tua pubblicità qui?

Province

Nelle province si registrano 261 casi e sono sei i decessi nelle ultime 24 ore.

Nella Asl di Latina sono 148 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 73 e 84 anni con patologie.

Nella Asl di Frosinone si registrano 56 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano quattro decessi di 77, 79, 81 e 83 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 51 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nella Asl di Rieti si registrano 6 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto” commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Preoccupa l’Agro Pontino

La variante indiana del Covid preoccupa il Lazio. La Regione resterà in zona gialla la prossima settimana, ma c’è un’area che desta apprensione nell’Unità di Crisi Regionale e tra gli abitanti. Il territorio dell’Agro Pontino ormai è sotto osservazione, dopo gli 87 casi di positività al Covid riscontrati tra la comunità dei Sihk a Bella Farnia, frazione di Sabaudia (Lt).

Dopo un vertice istituzionale in Prefettura – al quale hanno partecipato gli amministratori del territorio, il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi e la Asl di Latina – è stata decisa l’istituzione della zona rossa per la località Bella Farnia.

Nessun caso di variante indiana

L’allarme è giustificato, dato che in tutto il territorio dell’Agro Pontino è presente una comunità Sihk di circa 30 mila persone. E’ probabile che la prossima settimana si intervenga localmente, mettendo in zona rossa altre località pontine, in modo da contrastare e contenere la diffusione della cosiddetta “variante indiana”, qualora fosse riscontrata. Finora gli esami sui campioni inviati all’Istituto Nazionale di Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, non hanno rilevato casi di variante indiana.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento