03 Marzo 2021

Pubblicato il

Lo sapevate che...

Genitori oggi: il corso preparto come strumento di supporto fondamentale

di Redazione

Un corso preparto oggi dovrebbe rappresentare per i genitori una base sicura da cui partire per la propria nuova esperienza di vita

Genitori, corso preparto
Donna incinta

Si sente spesso condividere la convinzione per cui i genitori di oggi sono ben diversi dai genitori delle precedenti generazioni. E inoltre che diventare genitori oggi si porta dietro significati e bisogni di altro tipo rispetto al passato. E’ fuori di dubbio che il fare figli oggi non rappresenti più l’unica priorità di una coppia che si unisce o l’unica priorità per una donna e che i mutamenti sociali e individuali sono talmente evidenti nella forma e nella sostanza delle famiglie che diviene fondamentale immaginare nuovi strumenti e nuovi modi di affiancare questi sistemi in profondo mutamento.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La famiglia tribù che ci proteggeva

Se pensiamo ad un passato non troppo lontano attorno ad una donna che partoriva c’era sempre una sorta di “tribù” che le si stringeva attorno, ognuno si prendeva cura della mamma appena nata, mentre la mamma si prendeva cura dei piccoli nei primissimi delicati mesi. I padri erano tendenzialmente più esterni, a volte assenti, prima in guerra, poi sempre a lavoro nell’era del grande boom. Oggi la tribù non esiste più, le città sono grandi e dispersive, non conosciamo chi vive nella strade limitrofa e quasi non abbiamo il coraggio di suonare alla porta di un vicino di appartamento.

L’emergenza sanitaria ci ha portati forse a riscoprire l’importanza di chi ci è accanto e l’importanza di essere circondati da qualcuno che può prendersi cura di noi nei reali momenti di necessità. E come non considerare una reale necessità quella dei genitori con il loro piccolo, che appena tornati dall’ospedale necessitano di cure e accudimento per sé stessi e per il bimbo? Le coppie di oggi sono spesso invece sole, lontane dalle famiglie d’origine o distanti chilometri di traffico dai nonni ancora non in pensione. E ogni esperienza di vita sembra essere strettamente personale e non appartenere a nessun altro.

La trasformazione della coppia e dei bisogni della coppia

Ed ecco che i padri, o l’altro partner di qualunque sesso sia, diviene oggi elemento fondamentale per la nuova famiglia che nasce. Ed ecco che la coppia si trasforma e i bisogni mutano. Negli ultimi 10/15 anni i padri hanno sentito la necessità di coinvolgersi sempre più nell’esperienza genitoriale e nella gestione familiare aprendosi alla possibilità di mettere in campo la propria anche la parte emotiva e supportiva.

I genitori di oggi divengono tali sempre più da adulti, quando le abitudini sono spesso consolidate. L’arrivo di un bimbo sembra andare a sconvolgere sia il percorso profondamente individualista che ognuno di noi mette in campo attualmente, sia quell’idea romantica di coppia che si sostanzia molto sulle passioni in comune e le abitudini esterne alla casa. L’arrivo di un figlio oggi rappresenta un evento delicato per l’individuo che da figlio raggiunge lo “status” di genitore, sia per la coppia che molto facilmente va in crisi. E dunque quali percorsi è possibile pensare per queste nuove forme di coppie, famiglie, nascite?

Vuoi la tua pubblicità qui?

Corso di accompagnamento alla nascita

Probabilmente il corso di accompagnamento alla nascita oggi dovrebbe rappresentare molto più che un semplice corso da cui prendere qualche informazione per il parto. Un corso preparto oggi dovrebbe davvero rappresentare una base sicura da cui partire per la propria nuova esperienza di vita e per questo dovrebbe forse essere un corso che tenga conto dei tanti aspetti su cui si stava riflettendo.

Navigando in internet si trovano però offerte di ogni tipo, dai corsi gratuiti a quelli ingiustificatamente onerosi e ogni prodotto ha la sua innumerevole quantità di opzioni tra cui scegliere e se provassimo a metterci nei panni di un futuro genitore che deve scegliere il suo corso verso la nascita è facile immaginare la la confusione! Allora cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e di comprendere come orientarsi nel mare magnum delle proposte.

Abbiamo parlato con Valeria Colangelo, psicologa della rete perinatale dell’ordine degli psicologi del Lazio

Lo abbiamo chiesto a Valeria Colangelo, psicologa della rete perinatale dell’ordine degli psicologi del Lazio, responsabile della rete di professionisti Oplà per la famiglia e a Valentina De Pietro, collaboratrice ostetrica e consulente allattamento. Le due professioniste hanno un’idea molto precisa e qualitativa su cosa dovrebbe offrire un corso preparto e abbiamo chiesto un loro commento per aiutarci anche a comprendere meglio come orientarsi oggi:

“Un percorso di accompagnamento alla nascita oggi rappresenta uno di quegli strumenti fondamentali a supporto dell’evento parto, del delicato passaggio alla genitorialità e della nascita di una famiglia. Si sottovaluta l’importanza di farsi accompagnare in maniera significativa durante la gravidanza e immediatamente dopo. Viviamo in una nazione che non offre sostegno gratuito alle mamme dopo il parto e dunque è necessario pensare percorsi che garantiscano un accompagno durante la gravidanza e una volta tornati a casa.

Corsi prematrimoniali e corsi preparto

Se ci pensiamo si frequentano corsi prematrimoniali che aiutano le persone ad entrare nell’ottica di questa unione e di questa evoluzione, perché non dovrebbe essere allo stesso modo condiviso e condivisibile un percorso verso la nascita di una famiglia che sostenga profondamente questa fase? Purtroppo però molti corsi preparto si concentrano ancora oggi, come un tempo, prettamente sulla parte ostetrica e sull’esperienza travaglio/parto/allattamento della donna tralasciando l’integrazione con i temi della coppia, dei padri, della continuità assistenziale una volta tornati a casa e di tutte quelle emozioni e quei vissuti che se condivisi, accolti e lavorati in un gruppo di pari possono davvero avere un potente effetto preventivo.

Spesso le coppie che ci contattano per avere informazioni sul nostro percorso on line pre/post nascita. Genitori in arrivo, ci chiedono come prima informazione il costo. Noi rimaniamo un po’ sconcertate rispetto a questo, seppur comprendiamo l’esigenza, ma rimandiamo sempre l’importanza di capire di che cosa hanno realmente bisogno e quale corso può davvero essere funzionale alla loro specifica situazione e fase di vita. I corsi preparto non sono tutti uguali e i professionisti che li conducono allo stesso modo offrono esperienza molto diverse tra loro.

Oggi si trovano corsi composti solo da slide o video, da vedere in autonomia e in modalità un po’ passiva, diciamo. Corsi condotti solo da ostetriche, corsi condotti da ginecologi, corsi in gruppi estremamente ampi in cui l’esperienza singola si va un po’ a perdere e corsi più pratici e interattivi, come il nostro, rigorosamente in piccolo gruppo condotto on line (in questa fase) da un’ostetrica e una psicologa affiancate da altre professioniste dell’area perinatale.

Noi chiediamo sempre al futuro genitore: di cosa pensi di aver bisogno tu?

A volte ci viene risposto: “Vorrei sapere come devo partorire e come allattare”. Certamente questi sono aspetti fondamentali e immancabili all’interno di un buon corso preparto ma noi ci preoccupiamo di capire quale rete è attorno a questa famiglia che sta per nascere, di comprendere le aspettative su come condividere o meno la propria esperienza di gravidanza e di offrire a questi futuri genitori una consapevolezza sulla loro richiesta di percorso che faccia emergere da subito il fatto che loro sono protagonisti attivi del proprio percorso nascita e dunque la loro scelta deve essere una scelta consapevole.

Abbiamo un’idea molto precisa di cosa dovrebbe offrire un corso preparto: professionisti competenti, tematiche affrontate nella loro completezza ostetrica ed emotiva /psicologica, un gruppo attivo e partecipe con cui condividere il prima e il dopo e un’assistenza assicurata nel post nascita per garantire a tutti di ricevere quel giusto appoggio e slancio su cui poter contare durante la gravidanza e neo primi mesi dopo il parto”.

Sicuramente il tema della genitorialità e del sostegno ai genitori, oggi è un tema caldo e sensibile e ce ne occuperemo nuovamente. Le due professioniste con cui abbiamo parlato rimangono comunque disponibili ad un confronto sul tema o al poter dare informazioni maggiori rispetto al loro modo di accompagnare alla nascita scrivendo direttamente a: [email protected].

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento