Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Luglio 2020

Pubblicato il

L’Italia supera 2-0 la Grecia e si qualifica per Euro 2020

di Redazione

Un rigore di Jorginho e Bernardeschi stendono la squadra di Van't Schip

Missione compiuta per l'Italia, che supera la Grecia con il minimo sforzo e stacca il biglietto per Euro 2020. Un risultato storico per gli azzurri, visto che mai la nostra Nazionale si era qualificata con tre turni d'anticipo. Il record è frutto di sette vittorie in sette partite, con 20 gol fatti e tre subiti: numeri importanti, che certificano la straordinaria trasformazione realizzata da Roberto Mancini in 1 anno e 5 mesi di lavoro. Dalle macerie post Italia-Svezia alla costruzione di una squadra giovane, talentuosa e organizzata: ci sono tutte le premesse per una buona dose di divertimento in arrivo tra otto mesi. 

Mancini può essere soddisfatto per il risultato e poco altro, ma per una volta contavano soltanto i tre punti e dunque si può anche chiudere un occhio. All'Olimpico è mancata soprattutto l'intensità contro una squadra, la Grecia, che sceglie di chiudersi con un 4-5-1 molto compatto. Ogni corridoio viene sbarrato e per attendere un tentativo nello specchio della porta bisogna aspettare il 55', quando Immobile impegna di testa Paschalakis.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La mediana azzurra fa viaggiare la palla al rallentatore, ma i problemi riguardano anche le corsie laterali dove la benzina pare un po' pochina. Così per gli ospiti è fin troppo agevole restare dentro la gara fino al minuto 62, quando una conclusione di Insigne viene parata col braccio da Bouchalakis: rigore netto che Jorginho è bravo a realizzare con precisione. A chiudere i conti ci pensa poi Bernardeschi con un sinistro deviato leggermente da Giannoulis (78'). In giro per l'Europa, tra otto mesi, potremo dare parecchio fastidio a chiunque. 

*Foto di Claudio Pasquazi

Vuoi la tua pubblicità qui?

*Fonte Sportmediaset

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi