Vuoi la tua pubblicità qui?
16 Luglio 2020

Pubblicato il

L’ultima canzone conquista il pubblico

di Redazione

La Compagnia Stabile Assai di Rebibbia si è esibita al teatro Tenda di Viterbo

Applausi per L'Ultima canzone. Lo scorso sabato al Teatro Tenda in piazza Unità d'Italia la Compagnia Stabile Assai della casa di reclusione di Rebibbia ha conquistato ed emozionato il pubblico presente con l'opera dedicata a Osvaldo Pugliese, compositore amato dal popolo, mitica figura del tango argentino. L'appuntamento teatrale, promosso dall'Associazione “Pianeta Giustizia di Viterbo” in collaborazione con il Comune di Viterbo e l'associazione culturale AstArte e con il sostegno della Banca di Viterbo, non è stato uno spettacolo qualunque. “E' stato un messaggio forte quello arrivato dal palcoscenico sabato scorso – ha sottolineato il sindaco Giulio Marini – . Interpreti principali sono stati gli attori della compagnia Assai: detenuti, ma anche educatori ed operatori specializzati, musicisti, avvocati, agenti di polizia penitenziaria e gli stessi ballerini di tango argentino. Insieme per interpretare un ruolo che va oltre il copione da studiare. Attraverso il teatro, i detenuti sono i protagonisti principali del loro recupero. E credo che questo sia il vero successo, per chi segue e cura questo progetto sociale, ma anche e soprattutto per chi si ritrova, o addirittura inizia a conoscersi davvero per la prima volta. Il giorno in cui gli organizzatori presentarono lo spettacolo a Palazzo dei Priori, ho confidato e condiviso con l'avvocato Ottavio Capparella, presidente dell'associazione Pianeta Giustizia, con Paolo Manganiello, presidente dell'associazione AstArte, e con Antonio Turco, fondatore e regista della Compagnia Stabile Assai, l'auspicio di poter replicare lo spettacolo nella nostra città. Ebbene, mi sembra proprio che la cosa possa farsi, questa volta portando direttamente lo spettacolo all'interno dell'istituto penitenziario Mammagialla. Grazie alla disponibilità della stessa Compagnia Assai e della direzione della casa di reclusione di Rebibbia, ma anche grazie alla preziosa e proficua collaborazione della direttrice della casa circondariale viterbese, Teresa Mascolo, avremo la possibilità di assistere nuovamente alla rappresentazione dell'opera dedicata alla figura di Osvaldo Pugliese, al tango, e ancor di più, partecipare a un'opera di inestimabile valore sociale”.
 

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi