Vuoi la tua pubblicità qui?
13 Luglio 2020

Pubblicato il

Misure antiterrorismo: Ecco le barriere anti van oggi a Roma

di Redazione

Per ogni concerto, spettacolo o mercatino è stata definita la misura di sicurezza, stilando un elenco di parametri per valutare il grado di pericolosità

Il Comitato provinciale per l'ordine Pubblico e la Sicurezza si è riunito ieri alla Prefettura di Roma per valutare le misure antiterrorismo da adottare in seguito all'attentato di Barcellona e ai precedenti di Nizza, Berlino e Stoccolma, aventi in comune la stessa dinamica con furgoni, camion e van lanciati sulla folla. Tra le ipotesi allo studio, vi è la possibilità di usare barriere tipo new jersey o fioriere in via del Corso e in via dei Fori Imperiali.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Gli sbarramenti non chiuderebbero il traffico in modo completo, ma parziale, creando dei percorsi a zig zag per ostacolare un eventuale attacco terroristico. In via del Corso già sono presenti 4 camionette dell'Esercito, delle quali, una sbarra l'accesso a piazza del Popolo per gli automezzi, mentre su via dei Fori Imperiali è attivo un vero e proprio punto di controllo o chek point esercitato da 4 mezzi blindati a pochi passi dal Colosseo, e a questi si aggiungono altre vetture a piazza Venezia.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Al vaglio delle autorità l'installazione di nuove barriere nei punti sensibili della città, nei luoghi particolarmente affollati. Verrà anche considerato l'impatto sulla viabilità che le nuove misure adottate determineranno. Da segnalare, inoltre, tra le novità, il divieto di accesso in piazza del Campidoglio dalla strada che sale da via della Consolazione agli Ncc, ai grossi van con vetri oscurati, con deroga solo al trasporto disabili.

La Prefettura, attraverso la mappatura degli eventi di pubblico spettacolo ha definito per ogni concerto, spettacolo o mercatino l'adeguata misura di sicurezza, stilando un elenco di parametri con cui valutare il grado di pericolosità.

Oltre a Roma, anche il litorale laziale è stato compreso nel piano di sicurezza predisposto dalla Prefettura. E' previsto l'impegno di pattuglie di militari sul lungomare di Anzio e di Nettuno, ha dichiarato il prefetto Paola Basilone.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi