Vuoi la tua pubblicità qui?
20 Settembre 2021

Pubblicato il

Omicidio a Sezze nel 2012: ridotte le condanne per gli assassini

di Redazione
Enrico, Stefano e Maurizio Botticelli condannati rispettivamente a 20, 15 e 12 anni

Ridotte in appello le condanne per le tre persone sotto processo per un duplice omicidio, compiuto in una stazione di servizio a Sezze nell'ottobre 2012 in via degli Archi. La vicenda riguarda l'uccisione, avvenuta in una stazione di servizio situata a Sezze Scalo, di due uomini di Latina, il 34enne Tiziano Marchionne e il 40enne Alessandro Radicioli.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Gli autori dell'omicidio sono i fratelli Stefano e Maurizio Botticelli e il loro nipote Enrico Botticelli. In primo grado, Enrico e Stefano sono erano stati condannati all'ergastolo, Maurizio a 20 anni. I giudici della I Corte d'assise d'appello di Roma hanno ridotto la pena a 20 anni di reclusione per Enrico Botticelli, 15 anni a Stefano Botticelli e 12 anni a Maurizio Botticelli. I giudici hanno escluso premeditazione e riconosciuto l'attenuante del risarcimento danno ai familiari delle vittime.

Il movente dell'omicidio è, infatti, risiede molto probabilente un pagamento legato a un debito di droga, contratto dai Botticelli con una banda rivale.  I due gruppi rivali si sarebbero quindi dati appuntamento per un regolamento di conti ma qualcosa è andato storto: gli accordi sarebbero saltati e questo avrebbe gettato le premesse per la strage. Nel conflitto era coinvolto anche Gianluca Ciprian, rimasto ferito a un braccio. L'uomo tentò di fuggire senza dare nell'occhio ma fu comunque rintracciato dai Carabinieri.

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo