Vuoi la tua pubblicità qui?
05 Luglio 2020

Pubblicato il

Parcheggio urbano in via Genova a Viterbo

Relazione descrittiva del completamento funzionale

L’area su cui è previsto l’intervento attualmente risulta priva di una viabilità pedonale vera e propria in quanto gli unici marciapiedi presenti si trovano nelle aree di pertinenza degli edifici privati che costeggiano la via, sono realizzati per piccoli tratti e senza il rispetto della normativa sulle barriere architettoniche.
Per quanto riguarda la viabilità carrabile, la carreggiata è separata su entrambi i lati da due aiuole incolte, dove sono poste due file di parcheggi in linea, di cui una a diretto contatto con la viabilità, e l’altra posta internamente tra l’aiuola ed i marciapiedi degli edifici, dove si viene a creare una viabilità secondaria a servizio degli edifici.

Procedendo verso la rampa di raccordo del semianello, sulla destra si trova l’area di parcheggio principale separata dalla carreggiata tramite un ciglio, mentre sul lato sinistro scorre a cielo aperto l’ultimo tratto del Fosso Urcionio, proveniente dal vicino Parco dell’Arcionello, prima del suo intubamento per il passaggio nel centro storico della città. La separazione tra la carreggiata ed il fosso è rappresentata da un guard rail e non è presente nessun collegamento tramite marciapiede proseguendo verso Via Belluno.

L’intervento consiste nel completamento funzionale di Via Genova, viabilità che si inserisce nel tessuto urbano circostante offrendo, oltre alla funzione specifica di arteria viaria, ulteriori nuovi spazi pubblici costituiti da un parcheggio a raso che si snoda, con 101 posti auto, ai lati della via pubblica, delimitandola mediante un marciapiede attrezzato con rampe per disabili ed asole verdi.

L’aspetto fondamentale del progetto consiste nella sua integrazione con l’ambiente circostante. Lungo questa importante strada urbana vengono infatti previsti adeguati impianti di protezione costituiti da piantumazioni che svolgeranno un ruolo di compensazione e minimizzazione dei principali impatti ambientali, quali inquinamento atmosferico ed acustico. L’intervento ha quindi per oggetto essenzialmente la realizzazione ed il completamento funzionale del parcheggio a servizio dell’intera zona con un’attenzione particolare al rispetto delle norme di sicurezza ed igiene ed all’abbattimento delle barriere architettoniche per la fruizione della struttura da parte dei disabili.

Tale parcheggio, opportunamente realizzato come sopra indicato, si pone tra l’inizio del Parco Naturale dell’Arcionello ed il Centro Storico della Città come un anello di congiunzione tra due aree di notevole interesse pubblico e storico. Le linee guida seguite per la progettazione e la successiva realizzazione del nuovo parcheggio, tendono ad inserire nel tessuto urbano esistente più verde possibile e a limitare l’accesso veicolare all’interno delle mura cittadine, favorendo di fatto l’utilizzo dei mezzi pubblici o, in alternativa, l’uso di mezzi di locomozione elettrici e biciclette per vivere al meglio le vie del centro storico.
A seguito della realizzazione dell’opera si otterranno miglioramenti della viabilità nell’area e un conseguente aumento delle zone verdi alberate.

L’inserimento nel paesaggio circostante avviene scegliendo soluzioni costruttive che non siano di elevato impatto, e grazie alla piantumazione di essenze arboree autoctone (tiglio) su tutta la via si va ad aumentare sicuramente l’effetto positivo derivante dal “prolungamento” nella via del vicino Parco dell’Arcionello.
La mitigazione dell’impatto dell’intervento è realizzata anche grazie all’utilizzo di materiali durevoli e tipici del luogo, come il peperino per i cigli stradali uniformando il costruito nei colori e nella matericità dell’ambiente circostante.

RELAZIONE TECNICA

1. Descrizione intervento
Il progetto consiste nel ridisegnare la viabilità esistente attraverso la demolizione delle attuali aiuole disposte ai lati della carreggiata, e che sono utilizzate per separare la viabilità principale dalle corsie laterali destinata all’accesso alle abitazioni ed alla fruizione delle attività commerciali presenti nell’area. (Vedi Tav. ….. – Stato Attuale, Tav……. – …….).
Si procederà appunto con le demolizione delle aiuole e l’eliminazione della corsia laterale sul lato destro salendo verso il Parco dell’Arcionello, mentre sul lato sinistro si allargherà la corsia attuale e verranno realizzati parcheggi a spina di pesce, separati dalla carreggiata centrale tramite un nuovo marciapiede.
Sul lato destro, eliminata la corsia della viabilità secondaria, si procederà all’allargamento dell’attuale marciapiede (che verrà lasciato perché di proprietà privata) addossandolo a quello esistente in modo da creare una sorta di viale pedonale che permetterà l’accesso dalla città al Parco dell’Arcionello.
Infine sui marciapiedi di nuova realizzazione, all’interno di appositi spazi ricavati nei marciapiedi, verranno messe a dimora alberature di tiglio in modo da ridurre l’impatto della viabilità verso i palazzi, migliorare in generale sia l’aspetto che la qualità di Via Genova, ed infine favorendo idealmente “l’espansione” del parco all’interno della città.

2. Materiali

Per la realizzazione dei nuovi marciapiedi verranno utilizzati cigli in peperino di dimensioni 20×25 per la delimitazione dei percorsi pedonali e delle aiuole, mentre per la pavimentazione si utilizzerà uno strato di conglomerato bituminoso di circa 2,5 cm posto su sottofondo in cls e rete elettrosaldata.
La carreggiata verrà fresata per uno spessore di circa 5 cm e verrà realizzato un nuovo strato in conglomerato bituminoso.

3. Impianto smaltimento acque meteoriche

Con la nuova distribuzione delle aiuole ed il conseguente spostamento della carreggiata si interverrà sull’impianto di smaltimento delle acque meteoriche con il semplice spostamento dei pozzetti ed il conseguente prolungamento delle tubazioni, lasciando in funzione l’attuale linea principale di raccolta, ed intervenendo all’occorrenza con la sostituzione di tratti di tubazioni che risultassero danneggiati o ammalorati.

4. Impianto pubblica illuminazione

Per quanto riguarda l’impianto di pubblica illuminazione si procederà alla totale rimozione dell’attuale e la realizzazione di un nuovo impianto con tecnologia a Led, potenziando l’attuale illuminazione che in alcuni punti risulta scarsa, favorendo il risparmio energetico ed infine migliorando la qualità generale di Via Genova.
 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi