Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Gennaio 2023

Pubblicato il

Vittoria convincente in terra ligure

Post Spezia-Roma: cinismo, fiducia e… tridente nuovo

di Enrico Salvi
Giallorossi in crescita al “Picco”: zero tiri in porta concessi e grane intesa tra El Shaarawy, Dybala e Abraham
L'abbraccio tra Abraham e Dybala in Spezia-Roma

Spezia-Roma regala a Mourinho la quarta vittoria in 5 uscite dei giallorossi nel 2023 e la seconda consecutiva in Serie A. Ma oltre il risultato ci sono diversi motivi per cui sorridere.

Cinismo, compattezza e ripartenza: una fiducia diversa

A La Spezia si è vista una Roma sul pezzo e con in mano il pallino del gioco. Quando non in possesso si è notata compattezza, elemento cardine della Roma della stagione scorsa che sta tornando nella ultime partite – oggi zero tiri in porta concessi – ma soprattutto pressing, questo sì molto raro in stagione. Nel momento in cui viene aggiunto cinismo, anche questo troppo ondivago quest’anno, il gioco è fatto. I gol, arrivati a cavallo dell’intervallo, sono stati costruiti con riconquista della palla e transizione rapida in verticale.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il vantaggio giallorosso è stato costruito sul lancio lungo di Smalling, la spizzata di Abraham e l’uno contro due messo in scena ad alta velocità. El Shaarawy-Dybala-El Shaarawy e Roma in porta col pallone. Il raddoppio arriva in riconquista palla a centrocampo su un lancio sbagliato, Dybala serve Abraham che fa il tunnel a Caldara e si autolancia a campo aperto spiazzando Dragowski. Un pallone che molto probabilmente in autunno avrebbe sbagliato. È evidente una diversa fiducia dell’inglese, che dal gol salvato contro il Bologna si sta ritrovando: manca solo il gol all’Olimpico.

ElSha-Dybala-Abraham: il tridente del post-Zaniolo?

Con il caso Zaniolo che è divampato in settimana e il forfait dell’ultimo minuto di Pellegrini, Mou ha schierato El Shaarawy al fianco di Dybala a supporto di Abraham. Tutti e tre hanno dato il loro contributi e sono stati fondamentali nelle azioni che hanno portato al gol. Dybala in vesta di rifinitore dell’ultimo passaggio, Abraham come torre e finalizzatore, El Shaarawy che ha avviato e poi concluso l’azione del primo gol. Un’intesa tra i tre che è sembrata funzionare, soprattutto con l’avanzamento del Faraone, più vicino alla porta rispetto a quando parte come quinto di sinistra. Che possa essere questa la soluzione tattica per il prossimo futuro?

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo