06 Marzo 2021

Pubblicato il

Roma, Casa Donne: fatta perizia, quello che facciamo vale 700mila euro l’anno

di Redazione

Inaugurata una metodologia di analisi scientifica e statistica per quantificare il valore economico dei servizi resi gratuitamente negli immobili pubblici

"Nel ricorso al Tar contro la revoca della concessione abbiamo fatto fare una perizia e il valore di quello che facciamo qui è di 700mila euro all'anno. Per questo non ha senso un canone così alto come quello che vorrebbe imporre il Comune. Ma la trattativa ora è politica".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Lo ha detto Maura Cossutta, presidente della Casa Internazionale delle Donne, durante la presentazione della delibera di giunta della Regione Lazio che inaugura una metodologia di analisi scientifica e statistica per quantificare il valore economico dei servizi resi gratuitamente negli immobili pubblici e la prima sperimentazione sarà effettuata proprio sulla Casa delle Donne.

"Dobbiamo cambiare approccio: non siamo d'accordo con la consigliera Guerrini che dice che bisogna fare i bandi perché siamo tutti uguali e che il progetto deve essere del Comune e fa la retorica della legalità sganciata dalla giustizia – ha spiegato Cossutta – Siamo contrarie al fatto che il patrimonio indisponibile sia messo solo a reddito.

Vuoi la tua pubblicità qui?

E la domanda che noi facciamo alla politica è questa: mentre vengono attaccati i diritti e le libertà delle donne come ha fatto ieri Salvini, mentre il nostro paese è al 76esimo posto per gender gap, vogliamo chiudere i luoghi delle donne? Noi rispondiamo con la mobilitazione perché i luoghi delle donne sono luoghi di costruzione della soggettività e presidi per tutta la città".

In platea c'erano anche le attiviste di Lucha Y Siesta: "Grazie a tutte le associazioni, a Lucha y Siesta con cui domani saremo in piazza e a Nicola Zingaretti. Apprezziamo lo sforzo soprattutto in questo momento. È un segnale molto importante, questo è un tema che nei prossimi mesi sarà al centro del dibattito politico perché la questione degli spazi sociali, della valutazione dei servizi offerti è un tema politico di straordinaria grandezza.

Lo è soprattutto per le donne: l'incontro con Raggi, dopo 412 giorni di silenzio, è stata l'occasione di affermare che vogliamo il riconoscimento del valore pubblico e sociale dei servizi offerti contro la violenza e per l'orientamento al lavoro ad esempio.

Restiamo caute perché conosciamo le procedure, i tempi, le modalità di questa amministrazione". L'invito per Zingaretti, nella sua veste di segretario del Pd, da parte della Casa delle Donne è che "la questione dei luoghi delle donne deve essere una questione politica di straordinaria importanza. Le donne devono poter contare e ricordiamoci che senza le donne nulla si cambia". (Mtr/Dire) 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento