Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Luglio 2021

Pubblicato il

Altro che Green

Roma, deposito Atac Trastevere: 35 bus elettrici fermi a marcire dal 2014

di Redazione

35 vetture elettriche del parco auto ecologiche di Roma Capitale risultano ferme per guasti o in stato di abbandono

bus elettrici

Roma: la Lega segnala lo stato di abbandono di 35 bus elettrici nel deposito Atac di Trastevere, i quali stazionano lì dal 2014.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Il deposito Atac di Trastevere è ancora abbandonato e 35 vetture elettriche del parco auto ecologiche di Roma Capitale risultano ferme per guasti, sono buttate a marcire alla faccia del green e dei fondi europei utilizzati per acquistarle. Nel 2014, con Ignazio Marino Sindaco, facemmo un blitz con video nel deposito e oggi, dopo 5 anni di giunta Raggi, nulla è cambiato”. Lo dichiarano in una nota Fabrizio Santori e Monica Picca, dirigenti romani della Lega Salvini premier.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Bus elettrici abbandonati nel deposito di Trastevere

“Sono in circolo solo 24 vetture per 3 linee: 100, 117 e 119. Mentre la linea 125 e le circolari shop e cinema sono state soppresse quando questo servizio potrebbe essere ampliato in termini di frequenza e aumentate le linee verdi su altri quartieri oltre al cuore di Roma.

Si parla tanto di mobilità sostenibile, specie per il centro storico, e poi si lasciano inutilizzati decine di bus elettrici. Ci chiediamo se valga la pena sprecare carta per fare campagne di sensibilizzazione e fare ovunque piste ciclabili per spingere i cittadini ad “andare in biciletta” al fine di disincentivare l’uso del mezzo privato se poi è la stessa amministrazione capitolina a dar prova di incapacità nel gestire nei fatti le risorse ecologiche a disposizione“.

“Al piano superiore del deposito, inoltre, c’è un’altra vergogna: gli ambienti sovrastanti dove si trovano gli impianti per caricare le batterie delle vetture ecologiche sono completamente inutilizzati.

Pd e M5S sul verde si riempiono solo la bocca ma questi sono i frutti di una gestione dissennata che conferma l’incapacità di governare Roma”. Così concludono i dirigenti leghisti.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento