Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Maggio 2021

Pubblicato il

Roma, ragazza sequestrata e violentata dal suo ex: arrestato

di Redazione

Un nigeriano di 33 anni non si rassegnava alla fine della storia con una connazionale, sequestrata in zona Settecamini. La donna è in prognosi riservata

Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Stazione Roma Alessandrina hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un cittadino nigeriano di 33 anni, con le accuse di sequestro di persona, violenza sessuale e lesioni ai danni della sua ex convivente, una connazionale di 35 anni. Dopo aver deciso di chiudere la sua storia d’amore, la sera precedente, la vittima si era recata nella casa dove i due avevano finora convissuto – ubicata in via Roccagiovine, zona Settecamini – per recuperare alcuni oggetti lasciati dai suoi figli.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Alla vista della donna, il cittadino nigeriano, dopo una breve discussione, avrebbe dato libero sfogo alla sua rabbia per la decisione di separarsi da lui non condivisa. L’uomo ha chiuso a chiave il portone dell’abitazione, poi ha violentemente malmenato – prendendola anche a morsi – la sua ex costringendola a subire ripetuti abusi sessuali.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Alle prime ore del mattino successivo, approfittando di un momento di distrazione dell’aguzzino, la ragazza è riuscita a scappare e si è fatta accompagnare al Policlinico Casilino dove i sanitari hanno deciso di ricoverarla in prognosi riservata – ma non in pericolo di vita – a causa delle molteplici lesioni, contusioni ed ecchimosi diagnosticate su tutto il corpo. A quel punto sono stati avvisati i Carabinieri che, dopo una serie di verifiche, hanno prelevato l’uomo presso l’abitazione teatro dei fatti e lo hanno portato nel carcere di Regina Coeli, dove rimarrà in attesa di essere ascoltato dall’Autorità Giudiziaria.

 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento