Vuoi la tua pubblicità qui?
17 Agosto 2022

Pubblicato il

Segni, trofeo internazionale di Pizza alla Castagna: un successo inatteso

di Redazione
Tremila presenze tra lunedì e martedì e decine di quintali di impasto per la pizza. Un momento molto intenso è stato il ricordo di Renato Margarit

Tremila presenze tra lunedì e martedì e decine di quintali di impasto per la pizza. Sono solo alcuni numeri che hanno caratterizzato la seconda edizione del Trofeo Internazionale di Pizza alla Castagna svoltosi lunedì e martedì presso il Ristorante Panorama di Segni. Organizzato dallo stesso patron del ristorante, Marco Graziosi e dal suo collega Enrico Bianchini, il festival si è rivelato un successo oltre ogni aspettativa. Sono stati quindici i paesi del mondo, oltre all’Italia, che hanno partecipato a questa due giorni. Decine di pizzaioli da ogni parte del pianeta, con altrettanti giurati, hanno invaso Segni e partecipato in maniera attiva alla due giorni. Molti riconoscimenti, momenti di spettacolo e di commozione non sono mancati per condire ancora di più le pizze sfornate ogni cinque minuti da lunedì a martedì. 

Una manifestazione che ha permesso di far conoscere un mondo nuovo alla città Lepina. presenti alla serata finale, il sindaco, Maria Assunta Boccardelli, l’assessore all’ambiente, Antonio Bartolomei e il presidente della Compagna dei Lepini, Quirino Briganti. “Abbiamo superato le richieste e le partecipazioni dello scorso anno e abbiamo superato anche il concorso mondiale che ogni anno si svolge a Modena – i saluti finali di Bianchini – senza voce, stanchi, ma pienamente soddisfatti per aver dato lustro a Segni e per aver fatto conoscere un’altro modo di assaporare la pizza e la castagna”. I giorni di gara infatti sono stati raddoppiati proprio perché il numero di pizzaioli che hanno aderito al trofeo è triplicato. Scozia, Romania, Africa, Francia solo alcuni dei paesi aderenti. 

Un momento molto intenso è stato il ricordo di Renato Margarit. Nell’ambito del Trofeo si è svolto il 2° Memorial Renato Margarit, (fondatore di Lilly Codroipo, Azienda Italiana Leader Mondiale specializzata nella produzione di attrezzature per pizzerie, gastronomie e fast-food). Presenti alla manifestazione il figlio Matteo con la famiglia. Nel pomeriggio c’è stata una celebrazione presso la Cattedrale di Segni perché proprio il 17 ottobre ricorreva il terzo anno dalla morte del grande imprenditore friulano. Presenti alla celebrazione anche i ragazzi del Team Acrobatico Italia Pizza Champion.

Nel corso delle giornate abbiamo visto anche  il concorso per bambini dai 4 ai 15 anni con due sezioni: pizze tipiche dal mondo con prodotti locali. 

A premiare i numerosi vincitori delle varie categorie, oltre alla famiglia Margarit, anche l’attore di fiction televisive Massimo Bonetti e numerosi sponsor che hanno fatto sì che una manifestazione di tale dimensione potesse avere il giusto spazio. Grandi premi per pizzaioli locali, ma anche per le eccellenze del mondo, come la Romania, l’India, la Scozia. Un successo annunciato, che prosegue in questi giorni con  l’VIII edizione del Concorso Enogastronomico Nazionale “Marrone D’oro”  che vedrà sfidarsi tra i fornelli chef professionisti e future promesse delle scuole alberghiere con il tema “A Tavola con le religioni”.

Durante le premiazioni sarà assegnato il 4° Oscar della Ristorazione laziale e verrà consegnato Il Premio alla carriera allo Chef Davide Malizia, pluricampione mondiale di pasticceria, già vincitore della seconda edizione del MARRONE D’ORO.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?