Vuoi la tua pubblicità qui?
09 Maggio 2021

Pubblicato il

Teatro Biblioteca Quarticciolo “Giornata contro la violenza sulle donne”

di Redazione

“Reputo molto importante questa rassegna perché il femminicidio spesso è solo l’apice tragico di vite che sono mortificanti per la mancanza di diritti"

Teatro Biblioteca Quarticciolo “Giornata contro la violenza sulle donne” rassegna tra teatro, cinema e incontri con Michela Murgia, Saverio La Ruina, Ascanio Celestini e Isabella Ferrari. 

Teatro Biblioteca Quarticciolo dal 20 al 25 novembre all’interno della stagione Cosa può un teatro (?) con la direzione artistica di Veronica Cruciani ha luogo Giornata contro la violenza sulle donne, rassegna tra teatro, cinema e incontri con Michela Murgia, Saverio La Ruina, Ascanio Celestini e Isabella Ferrari.

“Reputo molto importante questa rassegna perché il femminicidio spesso è solo l’apice tragico di vite che sono mortificanti per la mancanza di diritti, per la dipendenza economica, per la violenza psicologica, per la limitazione della libertà personale.

“Giornata contro la violenza sulle donne”

In Italia e nel mondo subisce violenza mediamente una donna su tre dai quindici anni in su. La violenza avviene tra le mura di casa e avviene nella società, dove gli stereotipi di genere impattano quotidianamente sulla vita delle donne fin dall’infanzia.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nel 38 per cento dei casi di omicidi di donne, il colpevole è il partner. Un dato spaventoso. Il dislivello di potere è un fatto culturale che va affrontato. Bisogna contrastare gli stereotipi di genere nella società e promuovere il diritto per le donne a una vita senza violenza.” Veronica Cruciani

Il 24 novembre alle ore 21.00 chiude la trilogia Polvere. Dialogo tra uomo e donna (Premio Lo Straniero 2015, Premio Enriquez 2015 alla drammaturgia, Premio Enriquez 2015 Miglior Attore, Premio Annibale Ruccello 2015 alla drammaturgia).

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le botte sono la parte più fisica del rapporto violento di coppia; l’uccisione della donna la parte conclusiva.

Ma c’è un prima, immateriale, impalpabile, polvere evanescente che si solleva piano intorno alla donna, la circonda, la avvolge, ne mina le certezze, ne annienta la forza, il coraggio, spegne il sorriso e la capacità di sognare.

Una polvere opaca che confonde, fatta di parole che umiliano e feriscono, di piccoli sgarbi, di riconoscimenti mancati, di affetto sbrigativo, talvolta brusco.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il 25 novembre alle ore 21.00 chiude la rassegna un appuntamento cinematografico: Un giorno perfetto di Ferzan Ozpetek. Precede la proiezione l'incontro con l'attrice Isabella Ferrari a cura di Ascanio Celestini.

Teatro Biblioteca Quarticciolo Via Ostuni 8, Roma

Ufficio stampa

Antonino Cirillo

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento