27 Ottobre 2021

Pubblicato il

Tolleranza zero per chi guida al telefono

di Redazione
A Frosinone multe aumentate del 150% per chi è alla guida usando il telefono cellulare

Pugno duro contro chi continua a guidare, in modo spregiudicato, usando telefoni cellulari. A Frosinone negli ultimi due mesi le multe della Polizia locale sono aumentate, per questa fattispecie, di oltre il 150% e nonostante ciò tanta gente ancora continua a guidare parlando al cellulare e provocando spesso incidenti stradali, anche gravi. Da ricordare che nello specifico l’art 173 c.2 e 3 bis del codice della strada punisce con la sanzione pari a 160 euro e la sottrazione di 5 punti sulla patente chi conduce un veicolo utilizzando un apparecchio radiotelefonico e impegnando per il suo utilizzo l’uso di una delle due mani.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Con l’arrivo della bella stagione aumentano i controlli anche utilizzando le moto e gli scooter in dotazione al Comando e ci sarà tolleranza zero nei confronti di coloro che verranno sorpresi a guidare utilizzando il cellulare.

Intanto arrivano a Frosinone due nuovi vigili urbani, vincitori dell’ultimo concorso, assunti a tempo indeterminato con lo scorrimento della graduatoria. I due nuovi assunti sono già impiegati in questi giorni per rafforzare il dispositivo di controllo del territorio e daranno una mano ai colleghi sia nella viabilità che nel controllo del rispetto delle regole del codice della strada.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Infine, si segnala che da poche settimane hanno iniziato a lavorare anche i nuovi ausiliari del traffico, tutti ragazzi molto giovani, che hanno iniziato questa nuova esperienza con grande entusiasmo e determinazione. Un segnale positivo di attenzione verso quei giovani che oggi trovano, spesso, poche opportunità e che invece a Frosinone, in controtendenza con i dati nazionali, hanno una grande occasione per entrare, spesso per la prima volta,

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo