Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Gennaio 2023

Pubblicato il

Drammatico

Tragedia nel Reatino, ragazza muore travolta da un treno a Fara in Sabina

di Alice Capriotti
La giovane vittima, che avrebbe un'età compresa tra 25 e 30 anni, è morta sul colpo
Stazione ferroviaria di Fara in Sabina

Nella mattinata di oggi, 22 dicembre, una ragazza originaria di Scandriglia è stata investita da un treno all’altezza della stazione ferroviaria di Fara Sabina – Montelibetti, in provincia di Rieti.

Il dramma

La ragazza, non ancora identificata, sarebbe morta sul colpo. Gli operatori sanitari del 118 giunti sul luogo della tragedia non hanno potuto prestare soccorso alla giovane donna, già deceduta.

Oltre ai sanitari del 118 e al medico legale, sul posto dell’incidente sono arrivati anche i Carabinieri, che hanno effettuato i rilievi del caso.

Le indagini

Sull’accaduto indagano i Carabinieri di Passo Corese. I militari stanno esaminando le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza per ricostruire l’esatta dinamica dell’investimento. Successivamente saranno ascoltati i testimoni che hanno assistito al tragico investimento.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il treno regionale veloce partito alle 9 da Roma era diretto a Firenze. Il traffico ferroviario è stato interrotto per circa un’ora, dopo Rete Ferroviaria Italiana ha attivato, sul binario non coinvolto, il senso unico alternato.

La nota di Trenitalia

Trenitalia riguardo i disagi causati ai viaggiatori dall’investimento ha diffuso il seguente comunicato: “La circolazione rallentata e regolata tramite l’utilizzo di un unico binario tra Fara Sabina e Monterotondo. I treni Regionali possono registrare un maggior tempo di percorrenza fino a 60 minuti e subire limitazioni di percorso. Il convoglio coinvolto nell’incidente, invece, è fermo in stazione, con gli utenti fatti scendere e trasportati con tre bus-navetta verso la prosecuzione del viaggio”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo