27 Ottobre 2021

Pubblicato il

Colleferro, sindacati: “in attesa dell’apertura del tavolo permanente”

di Redazione
Le organizzazioni sindacali e la RSU hanno chiesto sia al Comune di Colleferro che ai vertici aziendali di trovare soluzioni organizzative che potessero salvaguardare i livelli occupazionali e salariali

Riceviamo e Pubblichiamo dai sindacati: FP CGIL (Innamorato),  CISL FP (Baldoni, Marzoli), UIL FPL (De Luca):

Ieri in mattinata si è svolta in Piazza Italia a Colleferro l’assemblea unitaria dei dipendenti dell’ASSC Colleferro indetta a seguito dell’atto di indirizzo che prevede tagli nel triennio 2017-2018-2019, che il Consiglio Comunale di Colleferro ha deliberato, nel contratto di servizio dell’azienda. Il taglio ipotizzato per il triennio è pari a 1200 mila euro con ripercussioni su orari e salario dei lavoratori nonché sui servizi erogati ai cittadini. Nel corso della discussione che va avanti dal mese di settembre dello scorso anno la Direzione Aziendale ha anche predisposto una bozza di piano di riorganizzazione che allargherebbe addirittura il taglio del costo a quasi 2 milioni di euro, con la esternalizzazione dei servizi cimiteriali, dell’intero servizio di trasporto scolastico e delle pulizie dei plessi dell’amministrazione.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le organizzazioni sindacali e la RSU hanno chiesto sia al Comune di Colleferro che ai vertici aziendali di trovare soluzioni organizzative che potessero salvaguardare i livelli occupazionali e salariali. Dopo l’esternalizzazione del servizio della guida degli scuolabus, con i dipendenti dell’azienda che effettuavano tale servizio messi in aspettativa e assunti presso la ditta privata aggiudicataria dell’appalto con un taglio del contratto di lavoro e del salario, oppure licenziati, abbiamo chiesto all’amministrazione e ai vertici aziendali di fermare i processi di esternalizzazione con l’adozione di un piano industriale, definitivo, che permetta di richiedere il Fondo di Integrazione Salariale (FIS), compensando i tagli alle retribuzioni dei dipendenti, e per avere un anno di tempo per elaborare un percorso congiunto di gestione della riorganizzazione.

Nel corso dell’assemblea i rappresentanti sindacali e i lavoratori sono stati ricevuti dal Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna che ha assicurato l’approvazione del piano industriale dell’azienda entro dieci giorni, l’apertura di un tavolo permanente con le rappresentanze sindacali per la riorganizzazione complessiva dei servizi e del lavoro in azienda, anche per discutere la proposta di revoca della deliberazione sulla completa esternalizzazione del servizio di guida degli scuolabus, e confermare la disponibilità già data nel corso della riunione a non esternalizzare i servizi delle pulizie e il servizio cimiteriale, nonché la razionalizzazione delle spese di consulenza che porterebbero un risparmio pari a circa 60 mila euro.

Rimane da definire, cosa sulla quale la direzione aziendale non ha dato risposte esaurienti, quali servizi, nel complesso dei comuni serviti, debbano essere ricondotti nell’alveo della corretta gestione dei rapporti di lavoro restituendo agli enti le funzioni impropriamente attribuite alla azienda speciale e salvaguardando al contempo l’occupazione, in esse presente. Restiamo in attesa dell’apertura del tavolo permanente al fine di poter vigilare sul mantenimento dei livelli retributivi e occupazionali dei lavoratori, mettendo in primo piano sempre l’erogazione dei servizi ai cittadini.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Colleferro, manifestazione davanti al Comune: "Sindaco Sanna, scendi!"

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo