Vuoi la tua pubblicità qui?
06 Maggio 2021

Pubblicato il

I bambini ritrovati grazie ai cani molecolari

di Redazione

Bambini eroici, li definisce Emanuele Tornaboni, padre dei 2 bambini ritrovati vicino Subiaco

Dopo la positiva conclusione della vicenda che ha fatto passare una drammatica fine d'anno a Emanuele Tornaboni, un imprenditore romano titolare insieme al fratello del Circolo sportivo Due Ponti sulla via Cassia a Roma, Tornaboni, intervistato da Sky Tg24, definisce i figli eroi per aver sopportato soli e al freddo una notte intera a temperature che a Monte Livata hanno raggiunto i -7 gradi. La storia è ancora da ricostruire e finora il racconto ci dice di una donna, Alexia Canestrari di 36 anni, moglie appunto di Emanuele Tornaboni che ieri pomeriggio, mentre il marito era a sciare, usciva di casa con i due bambini, Manuel di 5 anni e Nicole di 4. L'avevano vista per l'ultima volta nei pressi della pista di bob di Campo dell'Osso e poi la scomparsa.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tornato a casa e non trovando nessuno Tornaboni dà l'allarme, la moglie non risponde al telefono e sono scomparsi anche i bambini. Iniziano le ricerche con più di 100 uomini attrezzati e una muta di cani molecolari, quella speciale razza di cani, i Bloodhound, con un olfatto in grado di memorizzare l’odore delle persone e di riconoscere una traccia a distanza di diversi giorni, basta fargli annusare un oggetto della persona da trovare e il suo olfatto memorizza quella molecola e riesce a riconoscerla in ambiente aperto anche se la persona ha lasciato la traccia diversi giorni prima. La mogie viene rintracciata durante la notte tra il 31 e il 1 gennaio, è confusa e non riesce a dare indicazioni chiare su dove si trovino i bambini. La donna viene ricoverata e le ricerche intensificate. Si pensa al peggio.

Poi il lieto fine che riporta il sorriso nella giornata, primo dell'anno, piena di speranze e aspettative. I bambini vengono ritrovati prima di mezzogiorno, nel bosco, infreddoliti, ma in buona salute, riabbracciano il loro papà e contano di dimenticare tutto in fretta. Per le indagini c'è tempo.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento